Elvis Presley, risultati scioccanti del DNA rivelano che è stato sempre destinato a morire giovane

E’ una notizia che potrebbe lasciare sconvolti la famiglia e i fans di Elvis Presley, il DNA dei suoi capelli ha rivelato che soffriva di cardiomiopatia ipertrofica, una malattia genetica del muscolo cardiaco.
Elvis Presley nei suoi ultimi anni ha sofferto i sintomi della malattia, tra cui un battito cardiaco irregolare, affaticamento, svenimento e la pressione alta. I nuovi risultati suggeriscono che, indipendentemente dalla sua dieta, il cantante era sempre destinato a morire giovane.
Il programma Dead Famous DNA di Channel4 ha dato una nuova traccia sulla causa della morte di Elvis Presley dopo l’acquisizione del DNA per analizzare il suo genoma – il programma genetico della vita. I risultati sono stati ottenuti con i capelli di Elvis acquistati per duemila dollari da un amico dei suoi barbieri.
Mark Evans presentatore del programma ha detto:
«I risultati del DNA sono notevoli. Elvis e il suo medico entrambi nel corso degli anni sono stati accusati per la sua morte prematura attribuita a eccesso di cibo o overdose di farmaci. La nuova prova suggerisce che potrebbe aver avuto un difetto nel suo DNA e la sua morte prematura era segnata dal suo destino genetico».
I tre mesi di test del DNA, hanno evidenziato:
– sul cromosoma 11 – una variante conosciuta per causare cardiomiopatia ipertrofica – una malattia del muscolo cardiaco che di solito si verifica negli uomini tra i venti e i quaranta anni;
– sul cromosoma 19 – la variante per l’obesità;
– sul cromosoma 17 – il glaucoma;
– sul cromosoma 1 – la variante per l’emicrania.
Il dottor Stephen Kingsmore, che ha fatto l’analisi presso il Centro pediatrico di Medicina Genomica in Kansas, alla domanda sulla scoperta del difetto del cuore di Elvis Presley ha detto: «E’ sicuramente una prova inconfutabile. Noi avremmo potuto consigliare di cambiare la sua dieta, lui avrebbe potuto avere una vita diversa».
I creatori del programma hanno preso contatto con l’ufficio di Lisa Marie la figlia di Elvis Presley, ma non hanno avuto risposta. Elvis è morto nel suo bagno il 16 agosto 1977 all’età di 42 anni, la maggior parte dei dettagli della sua morte sono stati tenuti nascosti al pubblico. Il cantante a quel tempo era affetto da glaucoma, alta pressione sanguigna, danni al fegato e infezione al colon.
Mark Evans (chirurgo veterinario, presentatore televisivo, produttore, autore, ingegnere amatoriale) nella nuova serie su Channel4 all’interno del programma Dead Famous DNA si propone di rintracciare i resti di alcune delle figure più famose della storia e, con eminenti scienziati applicando i più recenti progressi nel test del DNA per i campioni ottenuti, tenta di risolvere alcuni dei misteri intorno a loro per aumentare la consapevolezza di ciò che questa scienza in rapida evoluzione è ora in grado di fare.
Mark Evans per il programma Dead Famous DNA viaggia in tutto il mondo per rintracciare parti del corpo e le reliquie umane che risultano attribuite a figure di alto profilo tra cui Adolf Hitler, Elvis Presley, Charles Darwin, John F Kennedy, Marilyn Monroe, Napoleone, Marlon Brando e re Giorgio III.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →