Prodotti contraffatti? Ecco la soluzione etichette high-tech rivelano immagini nascoste quando si alita su di loro (video)

Le confezioni di medicinali del futuro nascoste sulle loro etichette di plastica trasparenti potrebbero avere immagini segrete (come il volto iconico di Marilyn Monroe)  che appaiono quando si alita su di loro.
I ricercatori dell’Università del Michigan con le etichette high-tech che cambiano quando si alita su di loro, stanno sviluppando un modo per combattere la contraffazione di farmaci, ogni anno, come riporta un rapporto del 2009 -, causa la morte di più di settecentomila persone.
I farmaci contraffatti o tossici anche se nel mercato statunitense rappresenta meno dell’1%, sono un problema importante nei paesi in via di sviluppo, secondo l’Università del Michigan, il 30% di farmaci in questi settori sono contraffatti.
L’Università del Michigan per combattere i falsari hanno creato un modello per etichette con piccole rientranze che sono circa cinquecento volte inferiori alla larghezza di un capello umano. I rilievi appaiono (e creano un effetto simile all’immagine), quando le tacche catturano l’umidità o l’alito, rendendo più facile per gli acquirenti vedere se la confezione è un falso.

Nicholas Kotov, professore d’ingegneria che ha lavorato al progetto, ha detto:
«Il progetto è iniziato dopo aver notato che i tradizionali dispositivi basati su ologrammi di sicurezza stampabili, sono ampiamente usati su borse e scarpe contraffatte, per questo una nuova tecnologia era chiaramente indispensabile per etichettare gli elementi autentici.
L’immagine è creata da strati nanometrici realizzati con tecnologia speciale “layer-by-layer nanopillars”, è una tecnologia anticontraffazione semplice da usare, ma difficile da replicare. Gli acquirenti immediatamente sul posto possono identificare l’autenticità del prodotto. Le immagini possono anche essere integrate nel design delle scarpe o altri oggetti».
La ricerca è stata in parte finanziata dal programma “National Science Foundation’s Innovation Corps” e dal programma “DARPA’s Small Business Technology Transfer”. L’Università del Michigan spera di brevettare la tecnologia e poi renderla disponibile per il mercato farmaceutico.
Nicholas Kotov in conclusione ha detto:
«Oltre alle perdite economiche associate a farmaci contraffatti, la gente può morire a causa del loro uso. Ci sono molti casi in cui costosi farmaci chemioterapici anti-cancro sono contraffatti da pillole di zucchero. La nostra invenzione nel complesso è un passo importante per il settore per ridurre la diffusione di farmaci contraffatti».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento