Nella mia relazione conclusiva, consegnata alla Commissione Scuola del Ministero guidato dalla Letizia Moratti, ho spiegato che per la nuova riforma della scuola, basata all’insegna dell’informatica e della lingua inglese, sin dalle elementari, non può essere adottata la metodologia rivoluzionaria del Maestro Li Yang, come nuovo modello didattico, per insegnare l’inglese nelle scuole italiane.
Su mandato della suddetta Commissione, sono stato a Pechino, dove ho avuto modo di vedere all’opera, il Maestro Li Yang, nelle varie fasi d’insegnamento della lingua inglese, con il metodo da lui denominato “Crazy English”. Il “gurù” della nuova metodologia, è solito assumere le vesti di un predicatore e i suoi particolari corsi d’inglese li propone dinanzi a folle oceaniche di studenti che si riuniscono in enormi stadi di calcio. Ho chiesto ad un’interprete, per quale motivo il Maestro usa impartire le sue lezioni in luoghi come gli stadi e non nelle canoniche aule scolastiche. L’interprete mi ha risposto che il “gurù”, per vincere la timidezza degli studenti cinesi, apprensivi di fare brutte figure nel pronunciare frasi in inglese, durante le lezioni in normali aule scolastiche, hanno apprezzato l’idea geniale del Maestro che ha scelto di portali in enormi stadi e in questo modo, renderli disinibiti e farli urlare, tutti insieme, frasi e slogan dette da lui.
Al mio rientro in Italia, prima di consegnare la relazione conclusiva al gruppo alla Commissione diretta dalla Moratti, ho chiesto ed ottenuto di far entrare allo stadio, migliaia di giovani studenti italiani, per testare il metodo “Crazy English” del Maestro Li Yang. Purtroppo il test non ha superato la prova del “campo” perché un pseudo “gurù” che doveva fare le veci del Maestro Li Yang, iniziava la sua “lezione”, indirizzando delle invettive verso il campo di gioco, fomentando tutte le migliaia di studenti assiepati nella curva, che lo seguivano e ripetevano a gran voce, in un maccheronico “Crazy Italian” la seguente frase: Letizia, Letizia, vai a far la pizza!

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

0 thoughts on “

  1. molto gustosa la preparazione di questa notizia,tanto piu’ che il metodo cinese esiste davvero..(forse berluscloni,sentendo la sua pronuncia inglese a blob,dovrebbe fare domanda di iscrizione in cina,paese amato dal suo fido tremonti..)

  2. benisssssimo…al mio amico timido con l’altro sesso, suggerirò di provare ad allungare le mani su qualche fondoschiena femminile allo stadio nella prossima partita di calcio. Vediamo se funziona!!!

  3. anche se l’esperimento è fallito credo che l’idea cinese può funzionare anche per altre applicazioni allo stadio ….1. Fare urlare dall’arbitro Collina dopo aver fischiato al 90° un rigore contro il Milan la frase : Berlusca ha il parrucchino; 2. Da Totti prima di battere un calcio d’angolo la frase :”Voglio il premio Nobel per la letteratura” 3. Da Cuper mentre si accinge a vincere finalmente il campionato “Svegliatevi state sognando”

  4. Ciao Patt, a proposito di Crazy English, volevo sottoporti la traduzione del tuo post fatta dal traduttore automatico che ho inserito oggi nell’home page.. direi Esilarante:

    In conclusive my connection, delivered to the Commission School of the guided Ministry from the Joy Moratti, I explained that for the new reform of the school, based to the sign of the information technology and of the English tongue, sin from the elementary, cannot be adopted the revolutionary methodology of the Teacher Them Yang, like novelty I model teaching, to teach the English in the Italian schools.
    On mandate of the abovementioned Commission, I was at Beijing, where I had manner of vision at work, the Teacher Them Yang, in the varied phases of teaching of the English tongue, with the method from him named “Crazy English”. The “gurù” of the new methodology, is usual to take on the garments of a predicatore and its details run of English proposes them in front of crazy oceanic of students that reunite themselves in enormous stadiums of soccer. I have asked to an interpreter, for what motive the Teacher the united states to give his lessons in places like the stadiums and not in the canonical scholastic chambers. The interpreter answered me that the “gurù”, to win the shyness of the chinese students, apprehensive of to do ugly figures in the pronounce sentences in English, during the lessons in normal scholastic chambers, appreciated the brilliant idea of the Teacher that chose of portals in enormous stadiums and in this manner, to give back the uninhibited and to make them yell, all together, sentences and aforementioned slogan from him.
    To the mine I return in Italy, before delivering the conclusive connection to the group to the Commission directed by the Moratti, I have asked and obtained to make to enter the stadium, thousands of young Italian students, to make one’s will the method “Crazy English” of the Teacher Them Yang. Unfortunately the test did not surpass the test of the “field” because a pseudo one “gurù” that should do the the place of the Teacher Them Yang, began its “lesson”, directing some invectives towards the field of game, stirring up all the thousands of students crowded in the bends, that followed it and repeated to big voice, in a maccheronico “Crazy Italian” the following sentence: Joy, Joy, you go to make the pizza!
    from Skating |10:29 | comments (5) It returns on

  5. x Gilgamesh, ho preso il testo che hai tradotto e l’ho fatto tradurre da Silvio il poliglotta, ecco la traduzione 🙂
    In conclusivo il mio collegamento, trasportato alla scuola della Commissione del ministero guidato dalla gioia Moratti, ho spiegato quello per la nuova riforma della scuola, basata al segno della tecnologia dell’informazione e della linguetta inglese, sin dall’elementare, non posso essere adottato la metodologia rivoluzionaria dell’insegnante loro Yang, come insegnamento di modello della novità I, per insegnare l’inglese nelle scuole italiane.
    Sul mandato della Commissione suddetta, ero a Beijing, dove ho avuto modo della visione sul lavoro, l’insegnante loro Yang, nelle fasi varie di insegnamento della linguetta inglese, con il metodo da lui ho chiamato “l’inglese pazzesco”. “il gurù” di nuova metodologia, è solito intraprendere gli indumenti di un predicatore ed il relativo funzionamento dei particolari dell’inglese li propone davanti oceanico pazzesco degli allievi che reunite in stadi enormi di soccer. Ho chiesto a ad un interpretatore, che motivo l’insegnante gli Stati Uniti per dare le sue lezioni nei posti gradisce gli stadi e non negli alloggiamenti scolastici canonici. L’interpretatore mi ha risposto che “il gurù”, vincere lo shyness degli allievi cinesi, apprensivo di per fare le figure ugly nelle frasi di pronuncia in inglese, durante le lezioni negli alloggiamenti scolastici normali, ha apprezzato l’idea brillante dell’insegnante che ha scelto dei portals in stadi enormi ed in questo modo, dare indietro uninhibited e rendere loro l’urlo, tutto insieme, le frasi e lo slogan sopraccennato da lui. A miniera io rinviano in l’Italia, prima del trasporto del collegamento conclusivo al gruppo alla Commissione diretta dal Moratti, ho chiesto e verificato per fare per entrare nello stadio, migliaia degli allievi italiani giovani, rendere alla sua volontà il metodo “inglese pazzesco” dell’insegnante loro Yang. Purtroppo la prova non sorpassava la prova “del campo” perché un un “gurù” pseudo che dovrebbe fare il posto dell’insegnante loro Yang, ha cominciato la relativa “lezione”, dirigente alcuni invectives verso il campo del gioco, mescolantesi su tutti i migliaia degli allievi ammucchiati nelle curvature, che lo hanno seguito e ripetute alla voce grande, in un maccheronico “italiano pazzesco” la seguente frase: Gioia, la gioia, andate fare la pizza!
    da |10:29 pattinante | osservazioni (5) che restituisce sopra

    Proviamo anche con il cinese? 🙂

  6. X la ministra Moratta
    Cara ministra Moratta(femminile no?) s’ono il allievo modello di un’istituto superiore di una citta itagliana.
    O’ letto con un po di locomozione e tantamatanta jioia le sue statistike su noi studenti ke non sapremmi (plurale, giusto)+ la drammatica, la nalisi logica e l’ageometria. In certe skuole professionali a dirittura il 70%!. Siamo stati eroinici, l’o’ sò.Estata dura addebolire le regole, i ragionamenti e l’inmaginazione ke l’emaestre ci havevano in segnato a usare d’urante Lele Mentari .Ci sono voluti tanti ministri e funzionari di destri e di sinistri, tanti soldii nè gati, tanti profi avviliti e subpagati, tanti programmi e videogiochi de c’è rebrati, tanti adulti maleducanti e maleducati.E qual’cosa ciel’abbiamo aggiunta purè noi.Ma all’afine ceil’habbiamo fatta! Dora in poi funzionerà partaimm anke il c’ervello: x adeguarlo al mercato. La strazione e la inmaginazione sono già stata sostituita dai video, che facendo vedere tutto, ti allenano a non inmaginare + gnente: In somma, signora Moratta S’iamo pronti x le Europa Tanto per
    battere l’Acina mica serve di sapere il teorema di Taliente o cosè un complimento oggetto.Serve l’hinglese e una skuola ke attracchi i vestimenti americani, comà spiegato ieri a Uoll Strit il nostro capoclasse, sfornando tante belle segretarie e sempre meno komunisti (da quando s’ono diminuiti, in italia s’ono di nuovo aumentati i bambini; e questa, m’iscusi non sarà ageometria ma è nalisi logica.)
    da La Stampa

  7. Per il simpatico/simpatica anonimo

    Mi dispiace non passare sul tuo Blog per salutarti. Grazie per il divertente commento che mi hai lasciato. ciao*

  8. Io mi auguro che insieme all’inglese e all’informatica comincino ad insegnare finalmente anche l’italiano, materia che, a giudicare da come la gente parla e scrive, dev’essere stata abbandonata da un pezzo in questo paese… Ciao 😀

  9. Post tradotto in inglese

    even if the experiment is failed creed that the Chinese idea can work also for other applications to the stage… 1. Fare urlare from the arbitrator Hill after to have hissed to 90° a rigor against the Milan the phrase: Berlusca has the parrucchino; 2. From Totti before striking a corner kick the phrase:”Voglio the prize Nobel for literature “3. From Cuper while one is about to win finally the championship “You wake up yourselves been dreamming”

  10. caspita che bello!! da oggi invece di scrivere libri divertenti, basta far tradurre ai traduttori automatici quelli già stampati: io mi sono piegata dal ridere. S M A C K

  11. Anche tu “ami” la Moratti sopra ogni altro Ministro della Pubblica Istruzione?????…Io, se potessi….ma non posso, quindi taccio! Solo che mi passano fra le mani tanti ragazzi, che saranno gli uomini di domani -faccio ripetizioni a quelli delle medie- ..e mi vien voglia di diventare ‘scuolapiromane’….LU

  12. D’ora in avanti anche il cervello s’adeguerà al mercato del lavoro: tutto part-time! E più inglese per tutti, cribbio!
    Ciao Patt 😀

  13. Patt!!!!! L’alice funziona!!!! Finalmente posso viaggiare e volare da te tutte le volte che voglio!!!
    Un bacione grossissimo…
    Ciao tvb..
    A.

  14. sentite… sto cercando disperatamente dicapire quali requisiti ci vogliono per insegnare informatica alle elementari… c’è chi dice che ci vuole la laurea ((anche in storia dell’arte, ma non importa, basta che sia laurea…)) c’è chi dice che basta il patentino ECDL…. una cosa sola ho capito… sta partendo il programma di informatica alle elementari, insegnato da maestre che non sanno nemmeno come si inserisce un floppy nella tower… :-((( qualche anima buona sa indirizzarmi??? Bacio Ipanema

  15. Virtuallinooooo di Zia Ipa!!! che bello la nuova grafica del blog… con i delfini… stupendoooo… ma del resto, QUESTO blog, è stupendo… di che stupirsi????

Lascia un commento