Senza macchia

Domenica, in seconda serata, su tutte e tre le reti Rai andavano in onda dibattiti sul calcio. E lunedì mattina ad Omnibus si parlava ancora di calcio e se ne parlerà chissà fino a quando. Eppure, non è che manchino altri argomenti molto più drammatici; ma è chiaro che da noi il pallone non solo coinvolge tanti altri temi, ma sembra in qualche modo rappresentarli tutti. E attraversa le città, le storie personali, le radici e i partiti, lasciandone intatto soltanto uno: Forza Italia. Di qualunque argomento si parli, infatti, gli esponenti di Forza Italia sono pronti a chiedere amnistie, condoni e indulti. Ora in particolare sostengono che non si possono punire le squadre, perché così si puniscono i tifosi. Come dire che, se si condanna uno che ha commesso un reato, si puniscono anche i suoi parenti, gli amici e le ex fidanzate. Cosicché, nessuno dovrebbe mai essere condannato, perché non venga condannato quell’unico individuo che interessa a Forza Italia. Un partito antropomorfo, pelato, di bassa statura e plurinquisito, insomma un partito del cactus. (Maria Novella Oppo)

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

2 thoughts on “Senza macchia

  1. Assolutamente d’accordo e non smetteremo mai di indignarci per il deplorevole senso del rispetto delle regole, delle istituzioni, mostrato da questa gente!!!

    A parte lo sdegno per il Milan in serie A, quando le intercettazioni hanno palesato una situazione pesantissima a carico di un tesserato e di Galliani…Con quale credibillità il presidente del Milan può aprire bocca in qualità di capo dell’opposizione(e per fortuna è all’opposizione!!!!) e chiedere l’ennesimo annullamento di pena ad personam?

  2. Loreanne io quando vedo Galliani, lo vedo come il fumo agli occhi, per me è come il nanetto, solo un po’ più alto e più pelato :-). ciao*

Lascia un commento