La Cina entro il 2020 prevede di lanciare una luna artificiale abbastanza luminosa da sostituire i lampioni della città di Chengdu

La notizia della “luna artificiale” è stata riportata dal Quotidiano del Popolo della Repubblica Popolare Cinese, organo del Comitato centrale del Partito Comunista Cinese. Il “satellite illuminato” sarebbe otto volte più luminoso della Luna reale, fa parte della crescente ambizione spaziale della Cina.
Gli scienziati cinesi nei prossimi quattro anni hanno pianificato di inviare tre lune artificiali nello spazio, create con materiale riflettente come uno specchio, dovrebbero orbitare a 500 chilometri sopra la Terra per illuminare un’area con un diametro compreso tra i 10 e 80 chilometri.
Wu Chunfeng, presidente della Chengdu Aerospace Science and Technology Microelectronics System Research Institute Corporation che ha sviluppato il progetto, ha affermato:
«Il satellite illuminante fornirà una luce simile al “bagliore crepuscolare”. La luminosità e il tempo di servizio dei satelliti sono entrambi regolabili, l’accuratezza dell’illuminazione può essere controllata nel raggio di una decina di metri. Le tre lune artificiali funzionerebbero alternativamente al fine di ridurre in modo significativo il consumo di energia elettrica infrastrutturale, specialmente durante l’inverno. Il satellite illuminato è progettato per integrare la Luna di notte.
L’illuminazione della luna artificiale coprirà 50 chilometri quadrati a Chengdu, ogni anno in costi elettrici permetterà di far risparmiare circa 240 milioni di dollari. La luce della luna artificiale potrebbe anche essere usata per illuminare le aree in cui avvengono interruzioni di corrente causate da disastri naturali come i terremoti».
Nonostante i benefici economici, molti utenti sulla piattaforma social media cinese Weibo ha manifestato preoccupazione per i potenziali effetti negativi sul sonno e il costo del progetto.
Shaolin Xu, famoso commentatore che ha 1,4 milioni di follower su Weibo, sul suo account ha detto:
«Che senso ha creare una luna artificiale che infrange le leggi della natura?».
Tra i commenti un altro utente ha scritto:
«E’ sicuramente un buon progetto per risparmiare energia e ridurre l’inquinamento».
Il Quotidiano del Popolo nel citare il signor Wu Chunfeng ha scritto che la luminosità della luna artificiale sarebbe stata abbastanza efficiente da sostituire i lampioni.
Xinhua altra fonte mediata dalla Repubblica Popolare Cinese, ha scritto che la luminosità prodotta dalla luna artificiale, all’incirca sarebbe solo un quinto di quella erogata dai lampioni. Ha aggiunto che l’idea della luna artificiale è nata da un artista francese, immaginava di appendere nel cielo una collana fatta di specchi per illuminare le strade di Parigi durante la notte.
L’idea dei cinesi riuscirà a vedere la luce? La Russia ha tentato di lanciare uno “specchio spaziale” di 25 metri, il progetto è fermo dal 1999.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →