Farina all'ocratossina

E’ sospetto il silenzio attorno alla storia del grano contaminato. Per dare risonanza alla richiesta dell’ADUC, pubblico il loro Comunicato Stampa.

Pane e pasta all’Ocratossina A? E’ possibile, anzi probabile, dopo la scoperta di 58mila tonnellate di grano duro inquinate da questa pericolosissima tossina e immesse sul mercato. Il grano duro viene utilizzato principalmente per la produzione di pasta e di particolari tipi di pane.
Alle Autorita’ pubbliche e alle imprese del settore, ciascuno per la propria competenza, chiediamo:
* l’elenco dei prodotti alimentari contenenti la partita di grano in questione;
* l’individuazione dei lotti e la quantita’ dei prodotti alimentari gia’ venduti;
* il ritiro dei prodotti alimentari in vendita o venduti.
Ricordiamo che l’Ocratossina A e’ una micotossina (sostanza tossica) prodotta da muffe (funghi). Puo’ essere presente in cereali, spezie, caffe’, cacao, frutta secca, olive, mele, fichi, latte (anche umano) e derivati, carne e derivati. Quando un prodotto contaminato entra in una preparazione alimentare contamina tutto l’alimento. Le micotossine sono:
* genotossiche (danneggiano il materiale genetico);
* cancerogene (provocano il cancro);
* mutagene (inducono mutazioni genetiche);
* nefrotossiche (danneggiano i reni);
* teratogene (inducono malformazioni);
* immunotossiche (danneggiano il sistema immunitario).
La quantita’ massima assumibile di Ocratossina A e’ di 5 nanogrammi (5 miliardesimi di grammo) per kg di peso corporeo di una persona.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

0 thoughts on “Farina all'ocratossina

  1. Caro:

    Ho bisogno di parlarti. Vorrei creare una pagina web commerciale, ma non so a chi rivolgermi, ho pensato a te, che sei esperto. Come faccio a mettermi in contatto con te?

    Baci

  2. mi si sono rimpiccioliti i caratteri nei commenti e non mi ricordo più come si fa per ridimensionarli; scusami e grazie, patt, g***

  3. sono riuscita a riottenere il carattere medio, ma mi chiedo come hanno fatto a rimpicciolirsi prima da soli; misteri di splinder? g*

  4. Ad Arcore non c’è il muro. C’è la rete, poi la foresta, poi la scuderia… fare pipì sugli alberi fa bene agli alberi :o)

  5. carne no, pasta no, spero che non torni la carestia come in irlanda, o si f*ttono pure i vegetali…

    ps se mi da anonima come dice mentre scrivo il commento, son fulvialeopardi

  6. NON SE NE PUO’ PIU’……

    Alla fine ci toccherà “mutare” geneticamente per creare gli anticorpi alle mutazioni genetiche…

    quel bordel!!!!

  7. … e tanti altri silenzi sono sospetti, come questo.

    O.T. Per il canile di Rieti la situazione non si è ancora risolta, purtroppo. Grazie per aver firmato. Un baciotto grande*

Lascia un commento