Scalpore in Thailandia, in conferenza stampa il primo ministro accarezza continuamente la testa di un giornalista (video)

Un gesto insolito del primo ministro thailandese il generale Prayuth Chan-Ocha, ha innescato una diffusa congettura on-line. Tutto è cominciato mercoledì quando la giornalista Wassana Nanuam ha caricato un video su Facebook sulla conferenza stampa del primo ministro Prayuth, nella provincia nord-orientale di Khon Kaen. Il primo ministro nel filmato è visto accarezzare la testa e tormentare delicatamente l’orecchio di un giornalista (indossa un berretto blu da baseball), che è inginocchiato davanti a lui. Era tra numerosi giornalisti accovacciati vicino al leader per consentire una visuale libera alle telecamere (vedi video).

La versione fatta circolare da persone vicine al primo ministro non è stata convincente:
«I giornalisti durante la conferenza stampa del generale Prayuth Chan-Ocha (ha assunto il potere dopo aver condotto un colpo di stato militare nel mese di maggio), volevano sapere notizie sull’arresto di alcuni manifestanti avvenuto la sera prima (tra questi anche cinque studenti colpevoli di aver fatto il saluto della resistenza con le tre dita. E’ ispirato dal libro “Hunger games. La trilogia” di Suzanne Collins che è stato vietato in Thailandia dopo il colpo di Stato).
Il primo ministro quando gli è stato chiesto se fosse spaventato dall’atto di sfida dei manifestanti, per dimostrare di sentirsi al sicuro alla presenza di giornalisti, in tono scherzoso ha accarezzato la testa di un giornalista».
Il gesto del Generale in tono scherzoso se una parte ha fatto ridere alcuni dei presenti alla conferenza stampa, sui social media ha generato un senso di disgusto e varie interpretazioni, come quella di un utente che ha condiviso il video su Facebook, ha detto:
«E’ ovvio che il primo ministro, che è salito al potere dopo un colpo di stato, abbia agito in quel modo per intimidire tutta la stampa rappresentata da quel giornalista. I media non dovrebbero stare tranquilli».
Tra i commenti su YouTube un utente in tono sarcastico ha scritto: «Gesto molto carino, è come accarezzare un cane, lui è gentile con tutti i poveri animali».
Il video è stato visto oltre 11.500 volte su Facebook. Un’altra versione, caricata su YouTube dalla TV Matichon della Thailandia, ha avuto più di 35.000 visite.

Perché tanta rabbia?
Treepon Kirdnark corrispondente della BBC in Thailandia ha spiegato:
«Beh, per prima cosa, nella cultura buddista della Thailandia, può essere offensivo toccare la testa di un’altra persona. Se un genitore tocca la testa del figlio, dimostra di essere premuroso, mentre per il rapporto che intercorre tra un primo ministro e un giornalista, può essere offensivo.
Il giornalista che è stato accarezzato in testa non è sembrato opporsi al primo ministro, alcuni hanno detto che non ha reagito per dimostrargli affettuosa cordialità; altri si sono chiesti se il generale Prayuth Chan-Ocha in quel modo avesse voluto inviare un messaggio a tutti i giornalisti per ribadire che lui è saldamente al comando in tutto il paese.
I legami tra i media e le autorità sono complicati e multiformi, a volte è come un rapporto clientelare. La settimana scorsa, un gruppo di giornalisti ha lanciato una campagna on-line per sollecitare il governo militare a smettere di “intimidire” i media».
Le autorità thailandesi hanno negato qualsiasi intento malizioso dietro il comportamento del primo ministro. Il portavoce del governo Sansern Kaewkamnerd ha detto:
«Il gesto era solo una bonaria presa in giro dei giornalisti, non è strano per il Generale essere giocoso con loro».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento