Zidane, parla con i piedi e non non ragiona con la testa

Un attimo prima – In un mondo sconvolto da guerre atroci, anche la guerra interiore di un uomo può sconvolgere e coinvolgere tutto il mondo. Soprattutto se quell’uomo è un grande calciatore, che parla con i piedi come un altro farebbe con il pennello, la penna o qualsiasi mezzo possa esprimere il bello. Così, ieri mattina, ad Omnibus sono stati sviscerati l’evento, le motivazioni e le dichiarazioni di Zidane, il quale, in finale di partita e della sua intera carriera, ha commesso un gesto irreparabile, di cui si scusa, ma non si pente. Un gesto che continua ad essere trasmesso, ma conserva il suo mistero. E lo conserverà anche quando, come ha detto Freccero, il calcio sarà registrato come un reality. Alla già vasta letteratura in materia, aggiungiamo perciò un’altra interpretazione: che Zidane abbia voluto sottrarsi alla gloria perfetta e alla perfetta integrazione, come il maratoneta di Sillitoe (eroe del film di Richardson «Gioventù, amore e rabbia») che, dopo aver surclassato tutti gli avversari, a un passo dal traguardo si ferma e li guarda vincere.
da Fronte del video

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

7 thoughts on “Zidane, parla con i piedi e non non ragiona con la testa

  1. Zidane, parla con i piedi e non non ragiona con la testa il titolo racchiude gia tutto fantastico l’header del blog!!!

  2. Buon weekend….adesso sono al lavoro….ma domani un bel festival metel x sfogarmi 🙂

  3. … non sveliamo il mistero, altrimenti potrebbe perdere il suo fascino;-)

    Baciotto e felice sabato*

  4. nessuno77 ti ringrazio, grazie per essere passato da queste parti, ciao*
    Capuncione ciao, buon lavoro e sfogati anche per me al festival di domani.
    Grazia baciotto a te :-).
    EvaCarriego ti riferisci a Zidane? non sempre, qualche volta, quando non è ispirato perde la testa :-).
    Fulvia anche a te, felice w/e.

  5. mah secondo me sa anche ragionare con la testa perche prima di tirare la capocciata a materazzi ci ha pensato bene anzi ancora di piu!cmq materazzi e stato un cretino e Zidane si e difeso come avrebbe fatto un altro giocatore,secondo me lo ha risparmiato dato che poteva tirarglilo dritto in faccia,ma un uomo come lui ha un gran cuore oltra a avere un gran paio di piedi e testa!

    ciaooo!

Lascia un commento