Word Perhect, programma di videoscrittura con interfaccia manuale

 il programma della Takahashi vuole riavvicinarci al fascino della scrittura manuale, mettendo in evidenza l’importanza del supporto cartaceo e delle cancellature

 

 Girando sul web, mi sono imbattuto sul primo lavoro su Internet di Tomoko Takahashi, artista giapponese residente a Londra, conosciuta per lo più per la sue provocatorie installazioni, ultima in ordine di tempo quella presentata alla Tate Gallery in occasione del prestigioso Turner Prize.  Insieme al programmatore Jon Pollard, l’artista giapponese, ha concepito un word processor davvero particolare .., si tratta del "Word Perhect" un’acuta parodia dei normali programmi di scrittura per computer con i quali tutti noi lavoriamo ogni giorno.

Mentre i software di questo tipo migliorano rapidamente le proprie prestazioni svolgendo anche compiti complessi come la correzione ortografica e sintattica e ci permettono di archiviare e modificare velocemente i nostri documenti, il programma della Takahashi vuole riavvicinarci al fascino della scrittura manuale, mettendo in evidenza l’importanza del supporto cartaceo e delle cancellature.
L’interfaccia di "Word Perhect" riproduce quella di un qualunque programma di videoscrittura, ma ridisegnato a mano, come "schizzato" rapidamente a matita.
Invito prima a leggere
integralmente l’articolo, scritto nel 2000 dalla bravissima Valentina Tanni, poi ad utilizzare "emotiva-mente" il programma [clicca qui, o sulla gif).

, , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

4 thoughts on “Word Perhect, programma di videoscrittura con interfaccia manuale

Lascia un commento