Vogliono stravolgere la Costituzione

Change.org
Il Fatto Quotidiano lancia un appello contro il ddl di modifica costituzionale ad opera del Governo che affosserebbe l’articolo 138 e stravolgerebbe la Costituzione. Unisciti ai 160.000 che lo hanno già sottoscritto.
Firma la petizione

Ciao

Abbiamo bisogno di almeno 500mila firme entro settembre.

Una valanga  da scaricare sul Parlamento italiano a settembre quando la tagliola per modificare l’articolo 138 della Costituzione e quindi la Costituzione stessa (che sarebbe esposta ai colpi di mano di qualunque maggioranza) potrebbe scattare con il consenso di senatori e deputati nominati dalle segreterie di Pdl, Pd e Scelta Civica.

Possiamo impedirlo con l’unica arma rimasta a disposizione dei semplici cittadini: la mobilitazione civile in tutte le forme democratiche possibili.

La nostra Costituzione, non a caso definita ieri “la più bella del mondo” da quegli stessi che oggi la rinnegano, non va cambiata ma solo applicata meglio e in tutte le sue forme. Se poi si vogliono rinnovare alcune istituzioni per renderle più agili, come per esempio il dimezzamento del numero dei parlamentari, benissimo.

Purché tutto avvenga alla luce del sole, coinvolgendo più gente possibile, e non nelle segrete stanze e con maneggi clandestini. Non si tratta di una piccola novità perché la Costituzione garantisce i nostri diritti e doveri e basta introdurre una parola in più o in meno per indebolire la nostra democrazia e le nostre tutele. Qui non esistono colori politici ma solo una grande emergenza civile che riguarda tutti. 

Attori, scrittori, cantanti e uomini dello sport hanno già aderito e altri lo faranno nelle prossime ore. Non c’è tempo da perdere. Occorre firmare per fermare questa ignominia.

Grazie.

Antonio Padellaro, Direttore de “Il Fatto Quotidiano”

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento