Viaggio all’interno dell’edificio dove Apple tortura l’iPhone 6 (video)

Josh Lowensohon ha avuto occasione di far visita in una struttura importante di Apple, ha scritto:
«A pochi isolati di distanza dal vivace campus Apple di Cupertino c’è un edificio piuttosto anonimo, il suo interno – se tu fossi un iPhone -, è assolutamente il peggior posto dove vivere sulla Terra. E’ qui che Apple sottopone i suoi ultimi modelli a trattamenti che potrebbero subire nel mondo reale: cadute, pressione, torsione, colpi. Fondamentalmente sono dure prove che potrebbero trasformare il vostro lucido gadget in un piccolo mucchio di metallo e vetro.
Philip W. Schiller vice presidente senior del marketing mondiale di Apple Inc. mi ha detto: “Abbiamo progettato iPhone 6 per essere affidabile per tutti gli usi nel mondo reale, lo testiamo e convalidiamo in base alle specifiche tecniche“.

Apple nel caso non l’abbiate indovinato non mostra spesso questa struttura agli estranei. L’unica ragione per cui oggi sono qui è perché l’ultimo iPhone di Apple, l’iPhone 6, si piega. Almeno per alcune persone. La domanda vera è: “A quante persone sta succedendo? Questo problema è accaduto in una tasca durante il normale utilizzo?”.

Apple in totale ha testato 30.000 iPhone 6 e iPhone 6 Plus
La risposta di Apple, sia in una dichiarazione e ora in queste strutture per le prove, è che l’iPhone 6 è duro. E’ realizzato con inserti di acciaio / titanio destinati a rafforzare i potenziali punti di stress, e con una miscela speciale di alluminio formulata da Apple, ha lo schermo di vetro rinforzato agli ioni in grado di proteggerlo da urti e graffi.
Apple ha detto che l’iPhone 6 prima di arrivare ai consumatori è stato sottoposto a centinaia di test, così come test nelle tasche di migliaia di dipendenti di Apple.
Qual è il numero esatto dei dispositivi di Apple sottoposti a test prima della produzione definitiva?
Dan Riccio, vice presidente di Apple ingegneria hardware ha aggiunto: “Circa 15.000 iPhone 6 e 15.000 iPhone 6 Plus, ogni volta che sono implementate nuove funzionalità, dobbiamo trovare i difetti, prima che lo facciano i clienti”.

Alcuni dei test che ho visto oggi (vedi video) erano quelli che possono essere considerati prove di tortura, sottopongono i cellulari anche a sollecitazioni normali che potrebbero subire nell’uso quotidiano come la piegatura quando è tenuto in tasca da una persona seduta.
L’idea è di dare ai dispositivi maggiore affidabilità senza impegnare una vita per fare i test. Le macchine metodicamente fanno questo lavoro, impostate su vari rilievi e pressioni, più e più volte il loro lavoro è accompagnato con solo un piccolo sibilo di aria e un sordo rumore simile a un “thunk”. Ho visto una configurazione simile nel quartier generale di Microsoft a Redmond quando la società stava introducendo la Xbox One, con i controller sfruttati in maniera maniaca dalle macchine.

Dan Riccio, ha specificato:

“La linea fondamentale è che se si utilizza una forza sufficiente per piegare un iPhone, o qualsiasi cellulare, questo si deforma. Insieme a questo test c’è quello che è conosciuto come un “sit test” simula le sollecitazioni che gli iPhone subiscono mentre sono nelle tasche,  in particolare quando la gente si siede su una superficie morbida, così come quello che Apple considera il caso peggiore quando è in una tasca posteriore di jeans attillati di una persona seduta in un angolo di una superficie dura“.

Queste sono solo una piccola parte delle strutture utilizzate da Apple. L’azienda prima di immettere in produzione i suoi prodotti, effettua test su larga scala in Cina.
L’ultima volta che Apple è intervenuta pubblicamente per un suo prodotto è stato nel 2010 per l’iPhone 4, poco dopo la sua uscita, gli utenti avevano scoperto una ridotta potenza del segnale. Apple dopo aver tenuto una conferenza stampa, a un gruppo di undici giornalisti aveva mostrato le camere anecoiche dove i dispositivi Apple sono testati per misurare la prestazione e l’efficienza dei loro apparati wireless.
Apple questa volta non ha indetto conferenze stampa, il fenomeno della piegatura dell’iPhone 6 è circoscritto (probabilmente una bufala), ha invitato le persone con l’iPhone6 piegato a farlo vedere in uno dei suoi negozi».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento