Universitario inventa metodo per trasformare le bucce di banana in ottimo combustibile per cuocere cibi e riscaldare abitazioni

Gli scienziati presso l’Università di Nottingham, stanno approntando tecniche semplici per utilizzare i rifiuti delle banane per produrre combustibile.
Joel Chaney studente universitario presso la Facoltà d’Ingegneria, ha elaborato la tecnica con strumenti e tecnologie semplici, facilmente utilizzabili dalle comunità africane.
L’invenzione per produrre il combustibile, si basa sull’utilizzo di un normale tritacarne manuale, ottimo per macinare bucce e foglie di banane, mescolate con un po’ di segatura. La poltiglia ottenuta è versata in adeguati stampi per la cottura in forno alla temperatura di 105 gradi.
Una volta essiccate, le forme tipo pellet, sono pronte per essere utilizzate come combustibile, bruciano in modo costante e producono la temperatura adatta per cuocere i cibi e riscaldare gli ambienti.
Joel Chaney, spiega:
“Recuperare la legna da ardere è un grosso problema nel mondo in via di sviluppo. Oltre al danno ambientale provocato dal disboscamento di molte aree verdi, sottrae tempo prezioso alle donne, impegnate per alcune ore fuori casa per recuperare la legna.
L’utilizzo di rifiuti per creare combustibile alternativo è la chiave per incrementare lo sviluppo sostenibile. Il metodo progettato può essere facilmente utilizzato in tutta l’Africa”.

, , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

4 thoughts on “Universitario inventa metodo per trasformare le bucce di banana in ottimo combustibile per cuocere cibi e riscaldare abitazioni

  1. Insomma diciamo che la banana può cosiderarsi come il povero maiale: NON SI SPRECA NULLA!!!!!!

    Saluti giocosi, ma dell’ambiente, e dei maiali, rispettosi!!!!!!!! 🙂

  2. Mi hai fatto venire in mente un’interessantissimo uso e riciclo della cacca d’elefante come carta per regali, confezioni, lettere, etc… una meraviglia!

  3. supergiovane visto che sorpresa? :-).
    Saccheggiatore, è vero non si getta nulla, saluti a te*
    Saamaya la carta d’elefante è buona per scrivere cose che non si vogliono dimenticare …. :-), baciotto*

Lascia un commento