Una vulnerabilità GPS potrebbe consentire il dirottamento di navi, droni e aerei commerciali

Todd Humphreys esperto di tecnologia satellitare di navigazione e di sicurezza, ha dimostrato che una vulnerabilità Gps potrebbe consentire agli hacker e terroristi di dirottare navi, droni e aerei di linea commerciali. La notizia rappresenta una delle maggiori preoccupazioni per i responsabili per la sicurezza nazionale di ogni paese.
Todd Humphreys, professore presso l’Università del Texas, con un solo apparato economico composto di una piccola antenna, un sistema elettronico Gps ” spoofer ” costruito con 3.000 dollari (2.260 Euro), e un computer portatile è stato in grado di prendere il controllo totale del sofisticato sistema di navigazione a bordo di un super-yacht di 64 metri nel Mar Mediterraneo.

La vulnerabilità del Gps
Todd Humphreys  con il suo team ha creato il più potente spoofer, appena un anno fa aveva già parlato della vulnerabilità del Gps dei droni.
Il governo è consapevole di questa vulnerabilità critica del Gps. Humphreys ha detto di essere stato  stato chiamato davanti al Congresso per parlare con i funzionari della FAA, CIA e Pentagono, ma secondo il ricercatore del Dipartimento di Homeland Security, in fatto di sicurezza il governo americano sta facendo poco per affrontare la minaccia.
Humphreys ha commentato la vulnerabilità Gps a FoxNews, ha spiegato come il suo team l’ha sfruttata per il controllo della nave:
«Abbiamo iniettato i nostri segnali di spoofing nelle sue antenne Gps, in pratica siamo stati in grado di controllare il suo sistema di navigazione con i nostri segnali di spoofing.
Siamo preoccupati per il traffico marittimo, il 90 per cento delle merci del mondo viaggia attraversa i mari. Immaginate la chiusura operativa di un porto. Immaginate una nave incagliata».

Il dirottamento della nave
Il concetto è semplice, i ricercatori hanno inviato falsi segnali Gps allo yacht per dirottarlo con informazioni inesatte sulla sua posizione. Potenzialmente l’attacco senza essere notato dal personale di bordo, potrebbe disorientare qualsiasi nave procurando gravi conseguenze.
Todd Humphreys ha dimostrato l’exploit di una vulnerabilità Gps a bordo dello yacht “White Rose of Drachs” comandato dal capitano Andrew Schofield. L’ufficiale e il suo equipaggio sono rimasti sbalorditi dall’effetto dell’attacco. Il capitano Andrew Schofield, ha detto:
«Il professor Humphreys e il suo team hanno fatto un certo numero di attacchi, in plancia non abbiamo notato nulla. Ero sbalordito, anche il mio equipaggio è rimasto sbalordito».
Il dirottamento con relativa collisione di una nave da crociera o di una petroliera in termini di perdita di vite umane e l’impatto ambientale porterebbe a conseguenze devastanti. I casi come quello della Costa Concordia e l’Exxon Valdez sono stati l’esempio più clamoroso dell’effetto d’incidenti marittimi.
Il professor Humphreys, ha aggiunto:
«L’analisi non può essere limitata all’ambiente marittimo, lo stesso tipo di attacco può essere condotto contro velivoli o qualsiasi altro sistema che utilizza la tecnologia Gps.
Cosa c’è di nuovo in quest’attacco rispetto ai precedenti?  L’ultimo esperimento che abbiamo condotto sfruttando la vulnerabilità ha dimostrato che non solo abbiamo la possibilità di interferire ma anche di controllare il sistema Gps della vittima anche quando la nave vuole andare in una direzione diversa».
Mike McCaul deputato del Texas, presidente del Comitato di Sicurezza Nazionale, con i senatori Coburn e Collins  ha espresso le sue preoccupazioni sui problemi di sicurezza Gps,  ha detto che è necessario affrontare seriamente queste minacce:
«E’ una questione di sicurezza nazionale molto grave, abbiamo interpellato il segretario per esaminare la situazione ma non ha risposto alle mie richieste. Il Dipartimento ha detto che non ha alcuna giurisdizione su tale questione. Nessuno sembra mostrare interesse a questo problema».
Andrew Schofield in conclusione ha detto:
«Io credo che le persone debbano essere consapevoli dei rischi connessi a un attacco contro un sistema Gps marittimo, gli hacker, all’insaputa del comandante, con un apparecchio a basso costo, potrebbero governare la nave fuori rotta e causare gravi danni».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento