TV pubblica svedese, è virale la canzoncina sui genitali trasmessa nel programma per i bambini (video)

Volete sapere perché gli svedesi pensano di essere i migliori? Perché negli spettacoli per i loro figli hanno messo a ballare peni e vagine. E’ questa la premessa di “Snipp och Snopp”, un video musicale di un cartone animato per bambini andato virale in Svezia.
“Snipp och snopp” sono le parole utilizzate per indicare ai bambini i termini di “pene e vagina”, sono state diffuse su Internet, dopo che originariamente erano andate in onda sulla TV pubblica svedese durante Bacillakuten il programma dedicato ai bambini.

Video Snipp och snopp
Il video mostra una sorridente vagina ballare con un pene vestito come Fred Astaire in Top Hat, mentre un uomo canta frasi come: “Ecco che arriva il pene a pieno ritmo“, e “la vagina è fresca, meglio crederlo anche su una vecchia signora. Elegantemente si trova proprio lì”.
La Svezia in materia di sessualità è sempre stata all’avanguardia. Forse anche un po’ troppo, generalmente è tanto progressista quanto il loro cibo è immangiabile. Probabilmente mentre state pensando che gli svedesi unilateralmente hanno “abbracciato” il video, ciò non è accaduto: “Snipp och snopp effettivamente ha generato polemiche nel Paese, molti commentatori sulla pagina Facebook di SVT il canale della Tv pubblica, si sono lamentati sul video. Tra i commenti a un utente che ha scritto: «Non voglio più vivere su questo pianeta», un altro ha risposto:
«Come ha fatto un video come questo a ottenere la luce verde è la cosa più bizzarra dell’anno, e l’anno ha appena otto giorni».
A seguire un altro ha commentato:
«Nerds svedesi, parlate per voi. Se non altro, questo video mi fa venire voglia di vivere ancora di più su questo pianeta. Viva il snopp. Viva la Snipp».

Per approfondire sull’idea del video, ecco alcune domande e risposte pubblicate sul sito di Barnkanalen
I responsabili del programma hanno scritto: «Il video è diventato virale, ci sono state molte reazioni. La maggior parte sono state di apprezzamento, alcune abbastanza critiche, altre indignate.
Per rispondere e fare del nostro meglio abbiamo riassunto le vostre domande e le preoccupazioni più comuni».

Il programma per quale età è indicato?
Il programma è rivolto a bambini dai tre ai sei anni, ma sappiamo da stagioni passate che molti anziani guardano il programma.

Perché è importante per i bambini di questa età ascoltare una canzone di sesso?
Nel video abbiamo voluto mostrare un modo divertente di parlare di snipp och snopp e insegnare ai bambini perché li abbiamo. Ci auguriamo anche che il video possa aiutare gli adulti a parlare ai bambini di snipp och snopp.

Perché tutto deve essere così sessualizzato?
La canzone non è di sesso o su come nascono i bambini. La canzone parla di ballare e scherzare su parti del corpo che a volte alcuni percepiscono come “imbarazzante”.

Per i bambini potrebbe essere dannoso vedere questa canzone?
Lo scopo di Bacillakuten è di insegnare ai bambini il corpo e la sua funzione. Ci auguriamo che la canzone li aiuterà in quest’apprendimento. La canzone fa parte del processo di apprendimento giocoso, che crediamo sia il modo migliore per raggiungere i bambini.

Perché “Snipp”? E’ una parola “slang”?
Snippa è una parola che nel 2006 è entrata nel dizionario dell’Accademia svedese nell’ambito del progetto dell’Associazione svedese per l’educazione sessuale (RFSU) sulla sessualità infantile. Ha avuto da allora un impatto enorme, soprattutto nella cultura dei bambini, abbiamo pensato che si adatta bene.

Perché un programma giornaliero per i bambini incentrato sulle malattie?
Il programma è basato sulle domande dei bambini, parliamo molto con vari esperti e pediatri su quali sono le domande e i problemi più comuni a questa età hanno i bambini. Abbiamo ricevuto molte domande anche sul pene e la vagina, quindi abbiamo fatto un programma “ad hoc” su questo tema.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento