Tremonti a lezione di economia – Principali indicatori macroeconomici

 Gli indicatori macroeconomici sono statistiche che indicano la situazione attuale dell’economia di uno Stato in particolari settori (industria, mercato del lavoro, commercio, ecc)

In effetti, queste statistiche aiutano gli operatori economici a monitorare il polso dell’economia, analizzando i dati, quind,i è importante capire che cosa rappresentano i seguenti indicatori.

Tasso d’interesse
I tassi d’interesse giocano il momento più importante per spostare i prezzi delle valute sui mercati dei cambi. Le banche centrali sono le più influenti a impostare i tassi d’interesse per i flussi d’investimento: poiché la moneta rappresenta l’economia di un paese, le differenze nei tassi d’interesse influiscono sul valore relativo di una valuta rispetto a un’altra.
Nel campo del forex trading (l’online Forex Trading offre alla persona media la possibilità di partecipare in un mercato di scambio in modo divertente, emozionante, educativo e potenzialmente molto redditizio. Prima, l’unico modo per partecipare alle operazioni finanziarie era quello di essere presenti fisicamente, ora, è possibile il commercio di valute Forex da casa o dall’ufficio a condizione che vi sia una connessione a internet, la speculazione strettamente legata con l’attività delle banche centrali può aumentare le probabilità di successo degli operatori).

Prodotto interno lordo (PIL)
Il PIL è la più ampia misura dell’economia di un paese, rappresenta l’intero valore di mercato di tutti i beni e servizi prodotti all’interno di un paese nel corso dell’anno.
La maggior parte degli operatori si concentrano su due relazioni che sono emesse nei mesi precedenti i dati definitivi del Pil: l’anticipo e la relazione preliminare. Le revisioni importanti di questi rapporti possono causare una forte volatilità.

Indice del prezzo al consumo
Il Consumer Price Index (CPI) probabilmente è il più importante indicatore d’inflazione, è calcolato per mezzo di una media ponderata dei prezzi concernenti un paniere di beni e servizi in un determinato periodo. Rappresenta i cambiamenti a livello dei prezzi al dettaglio.
L’inflazione è collegata direttamente al potere d’acquisto della moneta all’interno dei suoi confini, colpisce la sua posizione sui mercati internazionali. Se l’economia si sviluppa in condizioni normali, il CPI può portare a un incremento chiave del tasso d’interesse, questo, a sua volta, provoca un aumento dell’attrattività di una valuta.

Indicatori dell’occupazione
L’indicatore dell’occupazione riflette la salute generale di un ciclo di economia o business. Per capire l’economia è importante sapere quanti posti di lavoro sono stati creati o persi, quante persone hanno presentato nuove domande d’indennità di disoccupazione.

Vendite al dettaglio
L’indicatore di vendita al dettaglio è pubblicato mensilmente, è importante per gli operatori di valuta internazionale perché mostra al dettaglio il potere generale di spesa e di successo dei consumatori.
La relazione è particolarmente utile perché è un indicatore appropriato di vari modelli di spesa dei consumatori, coerente con le variabili stagionali. Può essere utilizzato per prevedere il comportamento degli indicatori, importanti per valutare a posteriori il senso immediato di un’economia.

Bilancia dei pagamenti
La bilancia dei pagamenti è il metodo utilizzato dai paesi per monitorare in un determinato periodo tutte le transazioni monetarie internazionali. Di solito, la bilancia dei pagamenti è calcolata ogni trimestre in ogni anno solare. Tutte le operazioni condotte in ambito privato e pubblico sono contabilizzate nella bilancia dei pagamenti, al fine di determinare quanti soldi entrano ed escono da un paese: se un paese ha ricevuto i soldi, questo è noto come un credito, se un paese ha pagato o dato i soldi, l’operazione è conteggiata come un debito. Teoricamente la Bilancia dei pagamenti dovrebbe segnare zero, il che significa che il segno dell’indice attivo (crediti) e l’indice positivo (debiti) è in perfetto equilibrio. In pratica questo avviene di rado e, quindi, la Bilancia dei pagamenti può indicare all’osservatore se un paese ha un deficit o un surplus, differenze da cui deriva parte dell’economia.

Politica monetaria e fiscale dei governi
La stabilità dell’economia (ad esempio, la totale occupazione, il controllo dell’inflazione e l’equilibrio dei pagamenti) è uno degli obiettivi che i governi cercano di raggiungere attraverso l’attuazione di politiche fiscali e monetarie.
La politica fiscale è la linea di azione adottata dal governo riguardo all’entità della spesa pubblica per beni e servizi, l’ammontare dei trasferimenti e il sistema fiscale.
La politica monetaria è l’insieme degli strumenti, degli obiettivi e degli interventi, adottati dalla banca centrale per modificare e orientare la moneta, il credito e la finanza, al fine di raggiungere obiettivi prefissati di politica economica, di cui la politica monetaria fa parte.
, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

8 thoughts on “Tremonti a lezione di economia – Principali indicatori macroeconomici

  1. il forex offre anche grosse possibilità di perdita specialmente se si utilizzano le leve o tutti gli altri strumenti sofisticati che offre oggi una buona piattaforma trading (senza ribadire i costi nascosti che non vengono spiegati ai neofiti) arrivederci

  2. egr. dott. mi riferisco al 90% delle piattoforme trading ed al loro utilizzo sono strutturate in maniera complessa ed a volte gli ordinativi vengono rallentati se non addirittura manipolati (anche se non viene detto per ovvi motivi) e queste informazioni normalmente le trova nei forum finanziari o nei vari seminari comunque il mercato valutario è stato sempre aperto ai piccoli risparmiatori vuoi facendo operazioni allo sportello vuoi aprendo un conto corrente in valuta estera e comunque per operare a mercati aperti e sulle valute bisogna almeno avere un'esperienza tale da poter essere in grado di limitare una perdita oltre che analizzare tutti i grafici e gli oscillatori quindi ritengo che non è una cosa che può fare un'imbianchino ( almeno deve avere 10 anni d'esperienza) per quanto concerne tremonti non commento il mio egr. dott era solo una considerazione tecnico pratica arrivederci

  3. egr dott io sono uno scalper e compro sul rumors per poi capitalizzare sulla certezza e uso piattaforme trading facili e primitive in modo tale da non riempire di dati il server come è sempre successo per quanto concerne le strategie ognuno ha la sua arrivederci

  4. egr dott lo scalpers è una terminologia molto nota (cacciatore di scalpi) un'indiano a cavallo feroce e spietato che mira alla testa dei nemici e l'immagine rende bene l'idea di quale sia il tipo di approccio operativo utilizzato da questi operatori sono veloci freddi cinici spietati e pronti a raccogliere i frutti degli errori altrui arrivederci e ogni tanto dia un'occhiata all'evoluzione dell'indice franco svizzero yuan visto e considerato che è divenuto nell'ultimo periodo un'ottimo oscillatore o variatore di tendenza dipende dall'interpretazione

  5. anonimo #1 – Ti riferisci al Frex trading automatico?

    Il Forex trading ha guadagnato enormemente in interesse e popolarità negli ultimi anni soprattutto per l'introduzione di sistemi automatici e automatizzati.
    Il mercato prima era aperto solo a banche e grandi istituzioni finanziarie, ora con l'avvento della rete internet, le tecnologie della comunicazione, e sofisticati sistemi automatizzati di forex trading, praticamente è aperto a tutti quelli che vogliono guadagnare, perdere, perdere, guadagnare senza essere esperti di alta finanza come Tremonti, lui è sempre un perdente …

    http://www.mondoforex.com/forex-trading-automatico.html

  6. #3  – Egregio esperto di borsa – La buona notizia è che si possono fare soldi anche a casa propria. Naturalmente, non tutti avranno lo stesso tipo di successo.
    Per cominciare, uno dei più efficaci consigli è comprare a poco e vendere a molto. Il Forex trading è così popolare rispetto ad altri mercati come la borsa perché le valute fluttuano ogni giorno.
    Un altro consiglio importante è mantenere i sistemi di trading facili e semplici (non seguire l'esempio di Tremonti). Se lo schermo viene riempito con troppi dati e informazioni, è facile confondersi e perdere buone occasioni.
    Un altro buon suggerimento è di essere paziente: non investire mai tutti i sold, fidarsi sempre della propria  personale strategia, non seguire mai ciecamente quello che fanno gli altri, è necessario verificare la fonte delle informazioni, specialmente quelle che apparentemente ti fanno guadagnare al primo contatto e poi ti fanno perdere tutto perché ti fidavi ….

Lascia un commento