Tradito da Vivaldi, arrestato coltivatore di marijuana, in casa utilizzava la musicoterapia per far crescere velocemente le piante di cannabis (video)

Le piante gradiscono la musica classica? Un rumeno con un piccolo aiuto dalla musica classica di Antonio Vivaldi è riuscito a far crescere trentacinque chilogrammi di cannabis. Beh, giacché la coltivazione in vaso è un’attività illegale in Romania, l’uomo è stato arrestato.
Constantin Paraschiv trentaseienne, è stato arrestato dopo che la polizia ha scoperto la sua coltivazione di  piante di cannabis in due luoghi della capitale Bucarest. L’uomo a quanto pare ha utilizzato alcune moderne tecnologie inclusa la musicoterapia con brani di musica classica di Vivaldi, perché aveva sentito dire che questo tipo di musica avrebbe generato effetti di crescita accelerati. Le piante come evidenziato da alcune ricerche sul campo, possono, infatti, rispondere alle onde sonore, stimoli e frequenze differenti, l’ascolto di musica classica potrebbe effettivamente avere un effetto positivo sulla loro crescita.

HotNews sito di notizie locali informa che Constantin Paraschiv è stato arrestato dai pubblici ministeri della Direzione delle indagini sulla criminalità organizzata e il terrorismo (DIICOT) con l’aiuto di poliziotti della Divisione Narcotici con l’accusa di traffico illecito di droga. Rimarrà in custodia della polizia per almeno trenta giorni.

Tradito da Vivaldi
Potremmo dire che Constantin Paraschiv è stato tradito da Vivaldi. La polizia ha iniziato a indagarlo dopo la denuncia di vicini di casa, disturbati dall’alto volume della musica del compositore italiano. Le autorità hanno localizzato due case del rumeno, hanno trovato un raffinato apparato per la coltivazione indoor e lo sviluppo delle piante di cannabis, tra cui un completo sistema di manutenzione, riscaldamento e filtrazione dell’aria e un sistema audio che l’imputato presumibilmente utilizzava per stimolare la crescita delle piante (vedi video).
Gli investigatori hanno sequestrato oltre 23 kg di coltivazioni di marijuana e 9,8 kg di panetti pronti per essere distribuiti, così come il denaro ricavato dalla vendita di droga. Il bottino complessivo è salito a circa 35 kg di cannabis, con un valore stimato di circa 350.000 euro sul mercato nero, a un prezzo medio di 10 euro il grammo. La polizia rumena ha sequestrato l’attrezzatura di Constantin Paraschiv utilizzata per la coltivazione della cannabis indoor e 12.000 euro in contanti.
In Romania, è illegale fumare, coltivare o vendere marijuana. Tuttavia, il possesso di piccole quantità di preparati di droga è punibile con una piccola multa di circa 110-140 Euro, il possesso di grandi quantità con 3-6 anni di carcere, la vendita può portare a una condanna di oltre 6 anni il carcere.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento