The geisha facial – Svelato a milioni di donne, l'ultimo segreto di bellezza di Victoria Beckham

Melissa Whitworth, amica giornalista del "The Daily Telegraph", ha sperimentato per i lettori, un unguento per il viso a base d’escrementi d’uccelli, ultimo ritrovato, per ottenere un viso da geisha, perfettamente liscio come quello di una bambola di porcellana

Dentro la grande idea di Shizuka Bernstein

La maschera "al naturale" per la bellezza del viso, ora è il fiore all’occhiello di un salone di bellezza a New York, preso d’assalto da donne d’ogni d’età.
La notizia che anche Victoria Beckham (nei suoi trascorsi adolescenziali, ha lottato contro l’acne giovanile), utilizza la crema segreta, per mantenersi bella, ha reso più popolare il bizzarro trattamento.
La rivista Closer, riporta che la trentaquattrenne Victoria Beckham, in un recente viaggio in Giappone, è rimasta folgorata dalla luminosità della pelle delle donne giapponesi. In quell’occasione ha imparato che a rendere la pelle pulita, liscia e morbida, è un enzima chiamato guanina, contenuto negli escrementi degli uccelli,  in particolare, quello dell’usignolo. Da quel giorno, Victoria, si spalma regolarmente il prodotto; ad un amico ha confidato: "Dopo tanti anni, non ho più bisogno del fondotinta sul viso, per nascondere le macchie".
A New York, dal mese di gennaio, Shizuka Bernstein, è tutto un cinguettio, è lei che ha avuto la Grande Idea (v. video). Nel suo salone di bellezza, offre il "geisha viso", al costo di circa 100 dollari.  Tra i  suoi clienti, spiccano anchorman, reporter, stelle di Broadway e top model come Karolina Kurkova.
La nostra amica giornalista Melissa Whitworth, come anticipato in premessa, ha sperimentato per noi la maschera di bellezza, con ingredienti "al naturale". Ecco il suo reportage:
"Ho fissato un appuntamento con Shizuka Bernstein. Dopo una spiegazione dettagliata sui vantaggi degli "ingredienti" della maschera di bellezza giapponese, Shizuka, ha pulito il mio viso con due detergenti – uno a base di creta, l’altro contenente tè verde, larve, acqua del Monte Fuji, imbottigliata alla fonte.  Ha ottenuto una poltiglia, mescolando gli escrementi dell’usignolo (polverizzati e sterilizzati con i raggi UV), con crusca di riso e acqua.
Il miscuglio, dall’odore pungente ma non sgradevole, me lo ha spalmato sul viso, massaggiandolo per cinque minuti. In seguito, tolto lo strato di pellicola che si è formata sul viso, ha applicato la camelia giapponese (nota per la sua proprietà idratante) e oli di lavanda, massaggiando nuovamente il mio viso.
Shizuka Bernstein (ha 50 anni ma ne dimostra 35 – v. video), mi ha detto che gli usignoli allevati in Giappone, sono alimentati solo con sementi biologiche, gli escrementi, recuperati dalle gabbie, sono sterilizzati".
Melissa Whitworth, al termine del suo articolo, sottolinea:
"Dopo la mia esperienza, devo ammettere che la mia pelle appare straordinariamente sana e luminosa.
La mia delicatezza di stomaco non mi ha causato problemi, il mio essere schizzinosa è stato superato quando ho realizzato che gli escrementi, privi d’odore caratteristico, spalmati sul mio viso, erano stati finemente macinati, polverizzati, puliti e sterilizzati".
Fonte: Telegraph

, , , , , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

10 thoughts on “The geisha facial – Svelato a milioni di donne, l'ultimo segreto di bellezza di Victoria Beckham

  1. ho capito, Patti, finalmente mi hai permesso di risolvere un equazione che avevo in sospeso: se il nostro Homo Harcoris ha una faccia come il ..ed essendo vicino alla fonte di produzione, non essendo questo , suo proprio produzione di usignolo, ecco spiegata la schifezza di faccia che si ritrova.Ciao Patti, buona giornata e grazie del prezioso consiglio del libro sull’amianto

  2. Certo, noi donne mangeremmo cacca di mago se ci facesse ringiovanire….Grazie di tuttoooooooo ;)))

  3. Lino, è proprio un …. rano :-). ciao, buona giornata*

    Grizabella1 meglio continuare a far patti con il diavolo :-). baciotto*

  4. oh se questa bella notizia futile

    servisse almeno a far smettere quell’indomabile quanto idiota odio

    per quei poveri piccioni perchè cacano

    e se invece li si venerasse un poco e si togliessero i dissuassori

    se un giorno ci fosse il liberation day

    per i colombi

    viva i piccioni

    viva la cacca degli uccelli

    che fa bene alla pelle!

    ps io intanto adoro i piccioni

    e ho una pelle di porcellana!

  5. Grazie adesso lo vedo

    e grazie per la solidarietà !-D

    BACIONE

    e tante grazie da tutti i piccioni e

    da San Francesco

  6. Biancaneve, ho trovato notizie interessanti sui piccioni, leggi qui W i piccioni :-). Baciotto*

Lascia un commento