Test del portafoglio abbandonato: ecco le città più oneste e disoneste del mondo

E’ un enigma classico e un metro di giudizio della morale, se hai trovato un portafoglio abbandonato, hai sentito il dovere di restituirlo? A questa domanda, mentre quasi tutti potrebbero dare le proprie ragioni per aver trattenuto o restituito un oggetto smarrito, un nuovo studio ha rivelato che una percentuale di città in tutto il mondo ha ottimi indici per gli atti di onestà.
Il test ha preso in esame un totale di 16 città – tra cui New York, Londra e Mumbai – sono stati messi alla prova con 12 portafogli (contenenti foto di famiglia e 35 euro in contanti), lasciati abbandonati in punti ben visibili.
Il test commissionato dal Reader Digest, ha rilevato che su 192 portafogli, poco meno della metà sono stati restituiti, ma i risultati dello studio in maniera sconvolgente hanno evidenziato la differenza comportamentale tra città e città (vedi schema).

Le città più oneste e disoneste nel mondo
1. Helsinki, Finlandia (restituiti 11 su 12 portafogli)
2. Mumbai, India (restituiti 9 su 12 portafogli)
3. Budapest, Ungheria (restituiti 8 su 12 portafogli)
3. New York City, USA (restituiti 8 su 12 portafogli)
4. Mosca, Russia (restituiti 7 su 12 portafogli)
4. Amsterdam, Paesi Bassi (restituiti 7 su 12 portafogli)
5. Berlino, Germania (restituiti 6 su 12 portafogli)
5. Lubiana, Slovenia (restituiti 6 su 12 portafogli)
6. Londra, Regno Unito (restituiti 5 su 12 portafogli)
6. Varsavia, Polonia (restituiti 5 su 12 portafogli)
7. Bucarest, Romania (restituiti 4 su 12 portafogli)
7. Rio de Janeiro, Brasile (restituiti 4 su 12 portafogli)
7. Zurigo, Svizzera (restituiti 4 su 12 portafogli)
8. Praga, Repubblica Ceca (restituiti 3 su 12 portafogli)
9. Madrid, Spagna (restituiti 2 su 12 portafogli)
10. Lisbona, Portogallo (restituito 1 su 12 portafogli).

Note sul test
Helsinki capitale finlandese ha restituito 11 su 12 portafogli, mentre a Lisbona, in Portogallo, è stata una coppia olandese in vacanza a restituire l’unico portafoglio.
E’ interessante notare che lo studio, presentato nel numero di ottobre della rivista Reader Digest, ha dimostrato che una località ricca o povera non ha avuto effetto sul comportamento della gente che ha trattenuto o restituito i portafogli con i soldi.
Mumbai in India ha segnato il secondo miglior risultato nello studio restituendo nove dei dodici portafogli, nonostante che l’equivalente di 3.000 rupie contenute in ogni portafoglio ha più valore economico dei 43 franchi della ricca Zurigo, in Svizzera, dove solo quattro portafogli sono stati restituiti.
Londra al sesto posto tra le sedici città esaminate, ha restituito solo cinque dei dodici portafogli, lo stesso risultato di Varsavia in Polonia e uno in meno di Berlino in Germania che ne ha restituiti 6.
Lasse Luomakoski, uno studente di 27 anni, che ha restituito un portafoglio di Helsinki, ha detto:
«I finlandesi per natura sono onesti, è tipico per noi. Siamo una piccola, tranquilla comunità solidale. Abbiamo poca corruzione e non abbiamo nemmeno la pornografia online».
Vaishali Mhaskar, madre di due figli, ha restituito un portafoglio lasciato in un ufficio postale di Mumbai, ha detto:
«Io insegno ai miei figli a essere onesti, proprio come mi hanno insegnato i miei genitori».
Il test ha evidenziato di tanto in tanto alcune persone che hanno tentato di restituire il portafoglio e poi hanno rinunciato, come una donna a Bucarest, prima di andare via con il portafoglio ha chiesto a due passanti se erano i possessori.
Un volontario dei servizi di emergenza a Mosca ha detto:
«Restituire il portafoglio per me è anche un dovere professionale, l’ho consegnato a una guardia di sicurezza. Io sono un ufficiale legato al codice etico di un ufficiale. I miei genitori mi hanno cresciuto per diventare un uomo onesto e dignitoso».
L’uniforme tuttavia, non è garanzia di un senso del dovere, a Zurigo un portafoglio è stato preso e non restituito da un conducente di tram, nonostante che il sistema dei trasporti di Zurigo gestisce un servizio dedicato per la restituzione degli oggetti smarriti.
Il test ha evidenziato anche casi di pura disonestà, come quella di un uomo che dopo aver raccolto e sbirciato dentro a un portafoglio, è sgommato via con la sua macchina una fiammante Mazda, oppure come quella mostrata da un uomo a New York che con i soldi trovati dentro al portafoglio è andato dritto in un negozio dove ha fatto scorta di sigarette.
Tra le storie che riscaldano il cuore, i ricercatori hanno mostrato quella di un uomo anziano ad Amsterdam, dopo aver trovato il portafoglio l’hanno visto entrare in un negozio di liquori, l’hanno seguito solo per scoprire che aveva chiesto all’addetto del negozio di telefonare al numero interno per far restituire il portafoglio.
Catherine Haughney, editore del Reader Digest, ha detto:
«E’ davvero interessante vedere che ci sono tante persone oneste nel mondo e, soprattutto che l’onestà indistintamente appartiene a giovani e vecchi, uomini e donne, poveri e ricchi di culture molto diverse».

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →