Telemarketing: ecco come sbarazzarti di un venditore come me

L’aiuto lo fornisce un addetto ai lavori è impegnato da due anni con una società di telemarketing, ha fatto molte chiamate indesiderate, forse si è pentito. Ha scritto: «Devo continuare a chiamare perché molte persone non sanno come liberarsi di noi, ma l’approccio giusto può fare la differenza per sbarazzarti di un venditore come me».

Nelle grinfie del telemarketing
«Non tutte le aziende private lavorano in modo identico, anche se la maggior parte delle chiamate segue uno schema simile. Gli operatori di telemarketing in genere hanno una probabilità del 96% di essere rifiutati, per questo saranno implacabili nel tentativo di tenerti al telefono.
Ogni telemarketer ha il proprio username e password, quindi tutte le informazioni raccolte durante il loro turno rimangono collegate individualmente. Secondo il tipo di compagnia, il venditore visualizzerà un certo numero d’informazioni sul potenziale contatto di vendita. Io lavoro per un’organizzazione di spettacoli, possiamo vedere tutti i dati commerciali del cliente: abbonamenti, l’acquisto di biglietti per gli amici, donazioni, e talvolta informazioni anche su chi sono i loro incaricati o amici. In altri casi, si può avere solo il numero di telefono.
Fai attenzione durante il contatto telemarketing a tutto quello che è attinente perché sarà aggiunto al tuo profilo di contatto di vendita: un indirizzo di posta elettronica, il momento migliore per chiamare, le tue obiezioni al prodotto. Non dire nulla al telemarketer sempre che non desideri che sia scritto sul tuo profilo.
Il venditore quando non riesce a comunicare, riporta sul suo contatto di vendita: “nessuna risposta”, in questo modo il software di sistema elabora un nuovo calendario per farti richiamare dopo un paio di giorni. Se la società non ha un grande numero di contatti, è possibile ricevere una nuova chiamata dopo appena dodici ore. In realtà se hai a che fare con questo tipo di campagna aggressiva, è meglio rispondere per farli calmare.
I telemarketer alla prima chiamata quando riescono a instaurare il contatto faranno del loro meglio per vendervi qualcosa. Un buon telemarketer utilizza la regola del “tre no”, quella che durante la telefonata non si deve lasciare andar via il cliente fino a quando ha detto tre volte “no”. Effettivamente questa tecnica mi ha aiutato diverse volte. Il cliente dopo i primi due no, spesso esaurisce le motivazioni del rifiuto e diventa più incline a essere persuaso. I telemarketing cercano di tenervi al telefono più a lungo possibile per logorarvi e ottenere i vostri soldi.
Il telemarketer se non riesce a vendere nel corso della prima chiamata, registrerà tutto quello che hai detto per utilizzarlo quando ti richiamerà la volta successiva. Le cosiddette “richiamate” per il telemarketing sono piccole pepite d’oro perché dopo aver stabilito un contatto, è più probabile portare a termine una vendita. E’ un processo che può richiedere settimane, talvolta si traduce in una semplice vendita perché la persona contattata in questo modo vuole interrompere le chiamate».

Errori da evitare per non peggiorare la situazione
«Molte persone commettono errori che portano a diverse altre chiamate. Ecco quello che devi evitare:

  • non riagganciare immediatamente il telefono, il telemarketer lo annota come: “nessuna risposta”, ciò significa che ti richiamerà fino a quando realmente avrà una conversazione con te;
  • non impegnarsi con i telemarketer in alcun modo, per non dar loro la speranza che devi aver bisogno di essere solo un po’ più convinto per interessarti ai loro prodotti. Non fare domande. Non spiegare perché non sei interessato al prodotto. Non mostrare empatia o altre caratteristiche umane;
  • non essere irrazionalmente arrabbiato con i telemarketer. Ricorda che è stato il computer a farti chiamare. Se urli per dire che hai già ricevuto una chiamata, questo non li metterà in sintonia con il tuo caso. E’ probabile che t’inseriranno nuovamente in lista per torturarti. Se il telemarketer è scortese, è possibile chiedere di parlare con un responsabile. Nonostante quello che si potrebbe pensare, ogni società o impresa di telemarketing ha un supervisore nella sala degli operatori che stanno facendo le chiamate;
  • evitare nel mezzo della conversazione a riagganciare senza una spiegazione. Il telemarketer molto probabilmente richiamerà sostenendo che è caduta la comunicazione; se non rispondi, ti metterà in nota per essere richiamato;
  • non lasciare che il telemarketer t’inviti a un nuovo contatto in un altro momento. Tutto ciò che non è un duro “no”, sarà interpretato come un’opportunità per richiamarti: quando rispondi “Questo non è un buon momento”, il telemarketer lo traduce come “Chiamami più tardi!” Quando dici “Mi dispiace, adesso non ho tempo per parlare” per il telemarketer significa: “Io comprerò un altro giorno!”».

Gli operatori di telemarketing hanno un vademecum che dice loro come rispondere a ogni obiezione, per cui meno ci s’impegna con loro, meglio è».

Bloccare le chiamate del telemarketing
«In America il modo più efficace per far smettere di essere richiamati è dire questa frase: “Per favore, mettimi sul The National Do Not Call Registry” (è il registro dei numeri da non chiamare, gestito dalla Federal Trade Commission, l’agenzia di protezione dei consumatori della nazione).
Non devi dire “Mi puoi mettere sul vostro Do Not Call List?” o “Non voglio ricevere queste chiamate”. Ciò li porterà a chiederti perché? Devi essere gentile, ma fermo e ripetere: “Voglio essere inserito nel vostro registro dei numeri che non devono essere chiamati”.
E’ necessario iscriversi in questo registro nazionale per non essere chiamato. E’ illegale per una società chiamarti quando sei in questa lista o se hai verbalmente chiesto almeno una volta, di non essere chiamato.
In Italia tutti quelli che hanno la linea telefonica e non desiderano più ricevere chiamate promozionali o essere coinvolti in ricerche di mercato telefoniche, a costo zero possono chiedere che il proprio numero sia iscritto nel Registro Telefonate Indesiderate.
In conclusione, la soluzione per sbarazzarsi di telemarketing è soprattutto l’approccio. Utilizzando determinate parole, senza fare gli errori in precedenza menzionati, non permettete al venditore di lavorare. Il modo in cui rispondete con una frase può significare la differenza tra l’essere chiamato continuamente o sbarazzarsi in modo efficace di telemarketing. Fate le scelte giuste e non sarete disturbati».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento