Strumento interattivo della Nasa per vedere l’innalzamento dei mari in tutto il mondo

Il Sea Level Change Team della Nasa ha creato uno strumento interattivo di proiezione del livello del mare che rende facilmente accessibili al pubblico – e a tutti coloro che hanno interesse a pianificare i cambiamenti a venire – i dati estesi sul futuro aumento del livello del mare forniti dall’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) (è il principale organismo internazionale per la valutazione dei cambiamenti climatici).
Lo strumento, ospitato sul portale del Livello del mare della Nasa, fornirà un rapporto dettagliato per la posizione basata sulle proiezioni nel sesto rapporto di valutazione dell’IPCC, rilasciato il 9 agosto 2021, che affronta la comprensione fisica più aggiornata del sistema climatico e del cambiamento climatico.
L’IPCC dal 1988 ha fornito ogni cinque o sette anni, valutazioni su scala globale del clima della Terra, concentrandosi sui cambiamenti di temperatura, copertura di ghiaccio, emissioni di gas serra e livello del mare in tutto il pianeta. Le loro proiezioni del livello del mare sono elaborate con i dati forniti da satelliti e strumenti a terra, così come da analisi e simulazioni al computer.
Ora per la prima volta, chiunque utilizzando il nuovo interattivo strumento online potrà vedere una proiezione di come cambierà il livello del mare a livello locale con dati in dettaglio difficile da cogliere nello stesso rapporto dell’IPCC.
Nadya Vinogradova Shiffer, scienziata del programma e manager della Nasa, dirige il team scientifico del cambiamento del livello del mare della Nasa, ha detto:
«La novità è uno strumento che stiamo fornendo alla comunità, per distribuire le ultime conoscenze sul clima prodotte dagli scienziati dell’IPCC e della Nasa in un modo accessibile e di facile utilizzo, pur mantenendo l’integrità scientifica. Il nuovo strumento di proiezione del livello del mare della Nasa per la consegna di dati tra l’IPCC e un’agenzia federale, aiuterà a spianare la strada per attività future che facilitino la condivisione delle conoscenze, la scienza più aperta e un facile accesso allo stato dell’arte della scienza del clima. Tali informazioni sono fondamentali per aumentare la resilienza climatica delle nazioni con grandi popolazioni costiere, infrastrutture ed economie che saranno colpite dall’aumento del livello del mare».
Lo strumento oltre a fornire istantanee dell’innalzamento del livello del mare nei decenni a venire, consente agli utenti di concentrarsi sugli effetti dei diversi processi che determinano l’innalzamento del livello del mare, questi processi includono lo scioglimento delle calotte glaciali e dei ghiacciai e la misura in cui le acque oceaniche spostano i loro schemi di circolazione o si espandono mentre si riscaldano, il che può influenzare l’altezza dell’oceano.
Bill Nelson amministratore della Nasa ha detto:
«Le comunità americane mentre si preparano per gli impatti dell’innalzamento del livello del mare, l’accesso a dati chiari e validi è la chiave per aiutare a salvare vite e mezzi di sussistenza. Il nuovo strumento di proiezione del livello del mare della Nasa fornirà al popolo americano e ai decisori le informazioni necessarie per prendere decisioni critiche sulla politica economica e pubblica, per proteggere le nostre comunità dagli effetti potenzialmente devastanti dell’innalzamento del livello del mare».
Lo strumento può visualizzare i possibili livelli futuri del mare in diversi scenari socioeconomici e di emissione di gas serra, tra cui un futuro a basse emissioni, una proiezione con emissioni sul percorso attuale e uno scenario di “emissioni accelerate”. Il futuro a basse emissioni, ad esempio, si verificherebbe se l’umanità riducesse le proprie emissioni di gas serra, diminuendo gli effetti del cambiamento del livello del mare causato dal clima.
L’altra estremità dello spettro di emissione fornisce proiezioni con l’innalzamento più rapido del livello del mare, informazioni che potrebbero essere utili per la pianificazione costiera che tiene conto di possibilità meno probabili ma potenzialmente più distruttive.
Ben Hamlington, ricercatore presso lo Jet Propulsion Laboratory della Nasa nel sud della California, guida lo studio del livello del mare, ha detto:
«L’obiettivo è fornire i dati di proiezione nel rapporto IPCC in una forma utilizzabile e allo stesso tempo una facile visualizzazione degli scenari futuri».
Carmen Boening, oceanografa della Nasa, dirige anche il Sea Level Portal della Nasa che ospita lo strumento di proiezione, ha detto:
«Lo strumento di proiezione del livello del mare dovrebbe aiutare le persone a tutti i livelli di governo nei paesi di tutto il mondo a prevedere scenari futuri e a sviluppare di conseguenza le risorse costiere. Rendere accessibile la scienza a livello del mare è il nostro obiettivo principale».

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →