Stefano Ricucci: mi hanno fregato, ma non mollo

Cinzia Dato, deputato della Margherita, ha fatto visita all’imprenditore Stefano Ricucci, rinchiuso nel carcere romano di Regina Coeli. Al termine della visita, io e alcuni pubblicisti freelance di passaggio, l’abbiamo avvicinata per avere qualche anticipazione sul contenuto dell’incontro che verrà pubblicato sull’Espresso di questa settimana (anticipazione ripresa dall’Ansa).
"Cosa farà Ricucci quando uscirà dal carcere?" Ecco quello che ha raccontato Cinzia, in questo breve e inaspettato incontro.
Vi sembrerà strano – ha risposto Cinzia Dato -, ma Ricucci, non intende mollare perché ha studiato tanto per diventare imprenditore, aveva diciannove anni quando ha iniziato e non vuole abbandonare sul più bello.
Lui ha tentato di scalare il Corriere perché rappresentava la chiave di ingresso nel ‘salotto buono’: "ho fatto ‘ste cose perche’ pensavo che questa sarebbe stata la mia ‘patente’. Invece "m’hanno fregato…".

Dopo lo sgomento dei primi giorni di carcere ha detto di stare "benissimo, trattato con grande correttezza e professionalita", anche se non vede l’ora di uscire "dall’inferno" e dice di non capire perché non gli vengano concessi gli arresti domiciliari.
"Perché solo per me le intercettazioni sono state sufficienti a spiccare un mandato di cattura e a farmi finire in carcere? Sono qui  perché in Italia il successo è un crimine. Mi sono sempre dato da fare. Ho una famiglia da mantenere e 200 dipendenti. Spero che non si distrugga tutto quello che ho fatto.
Ho detto tutto, ma che cosa vogliono sapé de più?. Quello che c’avevo da dì l’ho detto, ma loro continuano a chiedermi cose che nemmeno riguardano i fatti di cui mi accusano. Mi fanno domande su intercettazioni di telefonate che non ho mai fatto e con persone che nemmeno conosco. Le cose che ho fatto io le hanno fatte anche altri con i quali facevo affari: perché io sono stato intercettato e incarcerato e gli altri no? Come se parlaveno quest’artri? Che se facevano segnali de fumo? Perché questi che hanno processi come il mio non si trovano in carcere insieme a me?".
Scusa Cinzia, come mai sei scivolata sul romanesco? sicura che hai parlato con il vero Ricucci e non con il suo imitatore Max Giusti?

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

13 thoughts on “Stefano Ricucci: mi hanno fregato, ma non mollo

  1. Ricucci è un coatto dè noantri, e questo, mi pare sia risaputo…se no col cavolo che la Falchi se lo sposava…studiato o non studiato, rimane quello che, da noi in puglia, si chiama “cozzalo arricchito”….do you know???:-)

  2. trattato con rispetto e professionalità? ce credo! perchè non si chiede perchè lui viene trattao con guanti di velluto e gli altri detenuti no?si sente solo vittima.

    forte l’imitatore!!!!

  3. Adesso stiamo a vedere che i ladri siamo noi:politica,impreditori calcioe attori,chi altro ci deve far credere che loro sono gli innocenti e noi i colpevoli,più anno i soldi e più ne vogliono,e io che sono contro la pena di morete,mwa se c’era tutti questi scandali sarebbero usciti fuori,e io allora dovrei amma zzare un povero essere umano come me!ciao buona nottata amico mio.

    🙂

    L’ESPLORATORE

  4. “Le cose che ho fatto io le hanno fatte anche altri con i quali facevo affari”, ecco è questa la logica, lo fanno tutti quindi è normale…Di questo dobbiamo dire grazie a Berlusconi che ha rappresentato in tutto e per tutto la legittimazione di un sistema patologico. Che dire, speriamo che li mettano tutti insieme da qualche parte e che buttino via la chiave!

  5. no, no..ha ragione, povero..che processino anche gli altri..perchè solo lui(magari anche andreotti per le colpe arretrate?)

    buonasera,patti

  6. Ricucci ha tantissime possibilità di continuare a raccontare la “SUA VERITA'”……diamo la stessa possibilità anche a quelli che stanno dentro per altri mille motivi e magari non si chiamano Ricucci e non hanno gli stessi soldi!!!! Chiedo troppo?????

    saccheggiatorcortese.splinder.com

Lascia un commento