Sochi questa è sportività olimpica al suo culmine, la medaglia d’oro attende l’ultimo classificato per quasi trenta minuti (video)

Dario Cologna concorrente svizzero, venerdì scorso con il tempo di 38:29 ha vinto la sua seconda medaglia d’oro alle Olimpiadi di Sochi, nella gara della 15 chilometri di fondo. Venticinque minuti più tardi con altri ottantacinque concorrenti che avevano tagliato il traguardo, solo Roberto Carcelén del Perù era ancora in gara.
Dario Cologna medaglia d’oro (pettorale numero 35) appena Carcelén ha completato la sua gara dopo aver percorso gli ultimi metri con una bandiera peruviana in mano, sul traguardo ha dato una calorosa stretta di mano all’ultimo classificato, arrivato dietro di lui dopo un ritardo di 28 minuti (vedi video). I vincitori delle gare quasi sempre si congratulano con gli sconfitti dopo qualche minuto, non attendono decide di minuti.
Roberto Carcelén, uno dei tre atleti del Perù alle Olimpiadi Invernali si Sochi, all’inizio del mese durante un allenamento in Austria si è rotto una costola, ha voluto partecipare comunque, prima di arrivare in Russia sul suo sito web ha scritto:
«E una delle più grandi sfide che abbia mai affrontato, questo è ciò che lo spirito olimpico chiede».
Dario Cologna vincitore della medaglia, con il suo gesto ha mostrato che Carcelén non è l’unico fondista a sapere il significato di spirito olimpico.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento