Skunklock – Tempi duri per i ladri di biciclette (video)

Skunklock” è un antifurto per bicicletta, in acciaio a forma di U, a differenza dei classici “‘U-lock“, al suo interno contiene gas puzzolente, fuoriesce in una nuvola se qualcuno tenta di tagliare il blocco.
La società sostiene la sua “chimica nociva” è così disgustosa che “nella maggioranza dei casi induce al vomito“, non solo, il gas provoca “mancanza di respiro” e compromette temporaneamente la vista. L’idea, è di cercare di rendere il più possibile sgradevole il furto della bicicletta, il dispositivo rovina in modo irreversibile gli abiti indossati dal ladro.

Il furto della bicicletta essenzialmente è un crimine privo di rischi, il rapporto “furto – rischio – pena” sulle biciclette si adatta perfettamente al ladro professionale e amatoriale. I furti in pieno giorno con smerigliatrici angolari sono ormai comuni nelle grandi città.
La metà di tutti i furti di biciclette non è denunciata, nel 2012 il valore stimato del mercato di biciclette rubate è stato di 350 milioni di dollari, nel corso degli ultimi anni la stima è aumentata con la vendita di biciclette elettriche, sempre più preziose per i ladri.
Il valore su strada di una bicicletta rubata è solo il 5% -10% del suo valore originale, in pratica una bicicletta che costa 400 dollari, probabilmente sul mercato nero è venduta a 40 dollari, quella che costa 2.500 dollari, in media è rivenduta a 125 dollari, quindi, per proteggersi dai furti, Skunklock è l’ideale.
Skunklock dice che ha testato il suo gas, penetra anche le maschere antigas di fascia alta, fuoriesce quando qualcuno cerca di tagliare il dispositivo con una smerigliatrice angolare.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento