Silenzio Taxi nuovo servizio a Kyoto, vieta ai conducenti di chiacchierare con i clienti

Il trasporto rapido e confortevole in Giappone è piuttosto popolare, per questo si vedono molti taxi nelle grandi città, ma non tutti i clienti amano le chiacchiere del tassista, spesso fornite con una corsa in taxi. E’ scortesia dire al tassista di smettere di parlare se non si è in vena di chiacchiere, ora chi preferisce una corsa più tranquilla, una società giapponese ha iniziato a offrire quello che definisce il servizio “Silenzio Taxi”.
Miyako Taxi, compagnia di taxi giapponese che opera soprattutto nella zona di Kyoto, ha riservato un numero di auto della sua flotta per il servizio Silenzio Taxi, al loro interno sul retro del poggiatesta dei sedili di fronte al passeggero, mostrano un avviso: il tassista oltre al saluto e la richiesta di conferma del percorso desiderato, non parlerà, eccetto, ovviamente, in situazioni di emergenza in cui la comunicazione è fondamentale.
Miyako Taxi in un comunicato ha detto:
«Il servizio è in una fase di sperimentazione, l’obiettivo in taxi è di creare un’atmosfera piacevole per fornire la corsa più confortevole per i passeggeri attraverso il silenzio del conducente».
Miyako Taxi in precedenza non ha indicato ai suoi conducenti di iniziare o no una conversazione con i passeggeri, ora ritiene che, mentre alcuni utenti di taxi gradiscono sentir parlare delle numerose attrazioni turistiche di Kyoto, altri che vivono in città, ben informati su tali argomenti, non devono essere sottoposti a pressioni per sostenere una conversazione su argomenti che non interessano, per questo ritiene che sarebbe meglio per loro poter viaggiare in silenzio.
I tassisti non hanno l’obbligo del silenzio quando è il cliente loquace a iniziare la conversazione, Miyako Taxi da fine marzo ha iniziato il servizio a Kyoto con cinque taxi, ora attende la risposta dei clienti per prendere in considerazione di estendere o espandere il servizio.