Sfruttare la potenza dei temporali per catturare energia elettrica dal cielo

Immaginate dispositivi simili a celle solari  in grado di assorbire energia elettrica dal cielo per illuminare case e ricaricare auto elettriche

FulmineGli scienziati  hanno presentato una relazione al 240° Convegno Nazionale dell’American Chemical Society, per informare che dopo aver definito il meccanismo con cui il vapore acqueo presente nell’aria si carica d’energia elettrica, ora sono già alle prime fasi di sviluppo per realizzare dispositivi per sfruttare quest’energia.
Fernando Galembeck, ricercatore dell’Università di Campinas in Brasile, responsabile dello studio ha detto:
"La nostra ricerca potrebbe aprire in futuro la strada per trasformare energia elettrica dell’atmosfera in una fonte d’energia alternativa. Proprio come l’energia solare ha permesso alle famiglie di risparmiare soldi sulle bollette elettriche, questa promettente nuova fonte energetica, potrebbe avere un effetto simile".
Gli scienziati fino a poco tempo fa credevano che le goccioline d’acqua nell’atmosfera fossero elettricamente neutre e rimanessero tali anche dopo il contatto con le cariche elettriche delle particelle di polveri e goccioline d’altri liquidi. Ora, nuovi elementi di ricerca hanno suggerito che  l’acqua in atmosfera raccogliere una carica elettrica.
Galembeck e colleghi con esperimenti di laboratorio hanno confermato quest’idea. Hanno utilizzato minuscole particelle di silice e fosfato d’alluminio, sostanze comuni presenti nell’atmosfera, dimostrando che alla presenza d’elevata umidità il silice aumentava la sua carica negativa mentre il fosfato d’alluminio quella della carica positiva.
In futuro, in alternativa, sarà possibile utilizzare dispositivi simili a celle solari in grado di catturare l’energia elettrica dall’atmosfera per utilizzarla nelle case.
,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento