Sequenziato il genoma di una salamandra, può rigenerare le parti del suo corpo meglio di qualsiasi altro vertebrato del pianeta

Ambystoma mexicanum, comunemente chiamato axolotl in pericolo di estinzione è un organismo modello per la ricerca sulla rigenerazione, può rigenerare le parti del suo corpo meglio di qualsiasi altro vertebrato del pianeta.
James Monaghan della Northeastern University, studia la biologia della rigenerazione nella specie salamandra, ha detto: «Abbiamo bisogno di approfondire i processi molecolari alla base di questa capacità, le nostre scoperte possono condurre allo sviluppo di nuove strategie rigenerative per gli esseri umani».
Gli scienziati hanno trovato un modo per ricostruire il genoma dell’axolotl, hanno riportato una sequenza quasi completa. I ricercatori per molto tempo hanno cercato di sequenziare il genoma dell’axolotl per capire meglio come le cellule possono sapere cosa è stato perso e cosa rigenerare.

Salamandra Ambystoma mexicanum
Foto di Adam Glanzman / Northeastern University

La piccola salamandra ha un grande genoma – con 32 miliardi di paia di basi, dieci volte più grande del genoma umano – pieno di sequenze ripetitive che rendono difficile la sequenza. E’ come mettere insieme un puzzle che ha molti degli stessi pezzi. Lo studio ha evidenziato che:
– il genoma della salamandra può essere 10 volte più grande di quello degli umani ma ha solo un po’ più di geni (circa 23.000);
– ha 3 geni che gli uccelli, i mammiferi e i rettili non hanno, si accumulano nelle cellule degli arti rigeneranti, anche se il loro ruolo è sconosciuto;
– tra i geni che codificano le proteine ci sono lunghi tratti di DNA (la maggior parte delle specie li ha, compresi noi, ma non nella stessa abbondanza degli axolotl).
I ricercatori in un lavoro precedente hanno scoperto che alcuni di questi elementi del DNA sono attivati durante la rigenerazione:
«Ora possiamo dire che questo particolare gene si attiva solo durante la rigenerazione e ciò che lo guida, ci dà accesso agli elementi regolatori, sono elementi chiave del puzzle per comprendere la rigenerazione”.
James Monaghan sulla nuova sequenza del genoma ha aggiunto:
«La rigenerazione va oltre gli arti, le specie di salamandre possono anche rigenerare le loro ovaie, polmoni, cervello, cuore, midollo spinale e parti della loro retina. Poco si sa su come i loro organi interni possono ricrescere. Il passo successivo è capire se usano gli stessi percorsi.
I ricercatori hanno riscontrato nell’axolotl che i geni più importanti per lo sviluppo non sono grandi come gli altri geni, c’è stata una selezione per tenerli piccoli. E’ ipotizzabile a questo punto, che potrebbe essere in modo che possano essere trascritti rapidamente quando è necessario, ad esempio, durante la rigenerazione».

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento