Sei daltonico? Ecco il test di visione dei colori

Si prega di notare che nel test non è possibile verificare l’acromatopsia, ma l’abilità di distinguere la differenza di tonalità di colore. L’acromatopsia congenita, talvolta chiamata distrofia dei coni, è un raro difetto ereditario della vista, presente fin dalla nascita e non degenerativo, si manifesta con cecità completa o incompleta ai colori, estrema sensibilità alla luce e bassissima acuità visiva. Clicca l’immagine (leggi le istruzioni riportate) per iniziare il test.

Test visione dei colori
Distinguere i colori
Gli umani sono in grado di distinguere i colori quando la luce entrante reagisce con le cellule cono della retina dell’occhio. Ci sono tre tipi di coni, in conformità a come rispondono alla lunghezza d’onda della luce, si percepiscono i tre colori di base, rosso, verde e blu. Il resto dei colori è percepito da come il cervello combina il risultato di diversi coni.
Spesso si sostiene che rispetto agli uomini le donne distinguono colori migliori, questo in parte è vero perché oltre ai normali tre coni il 2-3% delle donne ha anche un quarto tipo di coni, si chiama tetracromia: una persona con questa condizione può distinguere fino a cento milioni di diverse tonalità di colore.

Perché alcune persone sono daltoniche?
Il daltonismo consiste in una cecità ai colori, in altre parole nell’inabilità a percepire i colori (del tutto o in parte). E’ un difetto di natura prevalentemente genetica, notevolmente è più comune tra gli uomini: nel campo della ricerca è stato scoperto che l’8% degli uomini è daltonico rispetto allo 0,4 delle donne.
La cecità al colore è causata dalla mancanza o difetto dei coni della retina dell’occhio, alcuni colori per una persona daltonica appaiono ingannevolmente simile. La forma più comune di daltonismo è la deuteranopia, una difficoltà di distinguere il verde e rosso.

I colori visti dagli animali
Gli uccelli sono famosi per la loro eccellente vista, i loro occhi di base possono vedere anche cinque colori, il numero di differenti combinazioni di colori è vasto.
Le api e molti altri insetti possono vedere la luce ultravioletta, questo li aiuta a notare che le piante sono piene di nettare e hanno bisogno d’impollinazione.
Nella maggior parte degli occhi dei mammiferi ci sono meno cellule di cono, rispetto agli occhi dell’essere umano vedono uno spettro di colore in una scala più ridotta. Molti mammiferi cacciano durante la notte, quando è più importante distinguere le forme dai colori.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento