SeaKettle, la zattera di salvataggio, produce acqua potabile dal mare

SeaKettle  life raft not only aims to provide shelter from the elements but also drinking water from the sea

SeaKettleWe have heard of various tragic stories about people being stranded at seas and died because dehydration due to lack of fresh and clean drinking water. This incident will soon be prevented when the SeaKettle will be produced.
The SeaKettle is a life raft that has that has an incorporated desalination process that produces 3 liters of safe and fresh drinking water. The desalination process starts by pumping seawater towards the reservoir, let heat do the evaporation and as the condensation process stars, the water will then be collected and ready for use. This life saving project I think can also be a perfect tool for areas suffering from water shortage.owner. 

_______________
Italian version
SeaKettle, la zattera di salvataggio, produce acqua potabile dal mare

Abbiamo sentito parlare di varie storie tragiche di persone disperse in mare, poi decedute a causa della disidratazione per mancanza d’acqua. Presto ciò non accadrà più grazie alla zattera di salvataggio SeaKettle.
La zattera di salvataggio SeaKettle dovrebbe essere lo standard di sicurezza per chi affronta il mare.
SeaKettle a giudicare dalla forma non è molto diversa dalle comuni zattere di salvataggio ma ha una caratteristica molto importante che la contraddistingue, quella d’integrare un processo di dissalazione in grado di produrre in ogni ciclo, 3 litri d’acqua potabile e fresca.
Il processo è semplice, l’acqua di mare è pompata e immagazzinata in un serbatoio in alto, poi con l’aiuto del calore del sole, al successivo processo d’evaporazione e condensa dell’acqua, il distillato che si ottiene (goccioline d’acqua prive di sale), è recuperato in appositi contenitori pronti per l’uso.

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento