Scandalo in Italia, la protesta contro le conigliette di Playboy a Sanremo Festival

Il Festival di Sanremo dopo aver aperto con ottimi ascolti, nella sua seconda notte ha dimostrato che è in grado di mantenere l’aspettativa del pubblico, attende un’altra manifestazione, questa volta contro le “conigliette” di Playboy.
La presenza a Sanremo di Hugh Hefner, fondatore di “Playboy con le sue ragazze, ha attirato l’attenzione di un’associazione di donne decise a manifestare contro di loro.
L’associazione ha organizzato una dimostrazione venerdì al Teatro Ariston per protestare contro il “nuovo attacco promosso dal mondo maschilista alla vera figura della donna.

Donne senza dignità
Le donne senza dignità, non solo le donne, ma soprattutto come cittadini e contribuenti vogliono contrastare la presenza delle conigliette, simbolo, secondo loro, della figura più irritante e commerciale delle donne“.

Proteste a parte, sabato per le vie della città è previsto il gay parade per protestare contro il testo della canzone Luca era gay, giudicato uno spottone clerical reazionario contro la dignità delle persone omosessuali.
A Sanremo anche i cantanti sfilano in tutta la fase del festival. Iva Zanicchi non ci sarà. La leggendaria cantante italiana è stata eliminata dal televoto, secondo lei per colpa del regista Roberto Benigni che ha ironizzato sulla sua canzone proprio prima della sua esibizione. La cantante in commento alla radio ha detto:
«Roberto Benigni è un grande, può dire ciò che vuole, ma quando è andato a raccontare la storia di me e Berlusconi che lo facevamo in macchina, beh, lì ha toccato vette di volgarità inaccettabili, una cosa indegna. Canto da molti anni e credo molto sulla mia canzone, che è tra le tre o quattro migliori del festival. Il livello generale è molto basso».

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento