Rivelazioni: agenti inglesi utilizzavano liquidi organici per scrivere lettere top-secret con inchiostro invisibile

Le rivelazioni sono state pubblicate dal professor Keith Jeffery nel libro: MI6 – La storia del servizio segreto d’intelligence 1909-1949′

Inchiostro invisibileUn diario appartenente ad un anziano membro dell’Intelligence Secret Service (MI6), ha svelato che durante la prima guerra mondiale è stato scoperto che il liquido corporeo poteva costituire un efficace inchiostro invisibile.
Walter Kirke, vice capo dei servizi segreti militari a GHQ Francia, nel giugno del 1915, scrisse nel suo diario:
"Mansfield Cumming, primo capo del SIS ha avviato indagini presso l’Università di Londra per l’utilizzo d’inchiostri invisibili.
Ho sentito "C" nel mese d’ottobre mi ha fatto notare che il miglior inchiostro invisibile è lo sperma perché non ha reagito ai principali metodi di rilevamento. Inoltre ha il vantaggio di essere prontamente disponibile.
Frank Stagg,
un membro del personale vicino a "C", ha detto che non avrebbe mai dimenticato lo stupore dei suoi capi ‘quando il Vice Capo Censore informò che uno dei suoi agenti aveva scoperto che "lo sperma non reagiva ai vapori di iodio".
La scoperta ha aggiunto ulteriori problemi, l’agente che aveva fatto la scoperta doveva essere spostato dal suo ufficio perché era diventato oggetto di scherno. Inoltre, almeno un agente doveva ricordare di utilizzare solo forniture fresche dell’inchiostro quando i corrispondenti agenti segreti iniziavano a far notare che le lettere emanavano un odore insolito".
, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento