Ritratti sott’acqua di Mira Nedyalkova (foto)

Mira Nedyalkova, pittrice e fotografa bulgara di talento, ha detto:
«Ho sempre amato la fotografia come arte, ho iniziato con il disegno, sono stata anche una modella, nel 2007 ho scoperto la fotografia per esprimere me stessa, ha sostituito completamente la pittura.
Le mie creazioni non sono esattamente fotografie, sono una via di mezzo tra la pittura e la fotografia, nelle mie immagini uso il dolore come bellezza, l’erotismo come un modo psicologico di vita. Esprimo la mia intima vita interiore, infatti, la maggior parte dei miei lavori è in acqua, naturalmente non è casuale (clicca l’immagine per vedere altre foto).

Ritratti sott'acqua di Mira Nedyalkova
L’acqua è un mezzo molto adatto per esprimere quello che è in me e ricreare le mie idee, è davvero stimolante, l’acqua è la mia creazione. La creazione della vita, il potere, l’acqua è piena di grande energia. E’ il piacere e la gioia che concepisce la vita, ma pone anche un rischio, pericolo, può distruggerci.
Amo la trasparenza e la purezza della luce, il riflesso e le trasformazioni al contatto con un altro mezzo. L’acqua per me è elemento molto erotico. L’acqua è quella che estingue la nostra sete e ci salva. La lussuria per la vita, la sete di amore, l’eterna lotta e il tentativo di cancellare, per attenuare, per guarire il dolore, la tristezza, la solitudine».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento