Riconoscimento facciale per impedire furti di carta igienica nel famoso Tempio del Cielo in Cina

Le autorità di Pechino hanno installato distributori di carta igienica high-tech dotati di software di riconoscimento facciale in diversi bagni del Tempio del Cielo, noto anche come Tempio del Paradiso, inserito nella Lista del Patrimonio Culturale Mondiale (Unesco).
I visitatori nei locali igienici, ora devono fissare per tre secondi il dispositivo di riconoscimento facciale prima di ricevere un foglio di carta igienica, lungo sessanta centimetri. Se i visitatori richiedono più carta igienica, il dispositivo per nove minuti non eroga carta igienica alla stessa persona.
Il Tempio del Cielo e il relativo parco è uno dei siti turistici più frequentati di Pechino, molte persone hanno detto di essere soddisfatte dai nuovi distributori.
Zhiqiang, diciannove anni, operaio del servizio clienti della regione nord-occidentale di Ningxia, ha detto:
«Le persone che rubano la carta igienica sono avide, la carta igienica è una risorsa pubblica. Dobbiamo evitare sprechi».
Qin Gang, sessantatré anni, a passeggio nel parco con la moglie, ha detto:
«La storia della povertà in Cina ha lasciato molte persone desiderose di sfruttare i beni pubblici. E’ una pessima abitudine, forse usando la tecnologia possiamo cambiare la testa delle persone».

Distributori di carta igienica high-tech nel Tempio del Cielo 
Il visitatore per ricevere la carta igienica deve stare davanti al dispenser per una scansione facciale. Ulteriore carta igienica non sarà erogata per nove minuti. Non tutti sono entusiasti, alcune persone frustrate dalla nuova tecnologia, hanno sferrato i pugni contro le macchine, ognuna costa 720 dollari.
Altri visitatori hanno esternato critiche più esigenti, Wang Jianquan, sessantatré anni, ex direttore di un centro commerciale, ha detto: «I fogli di carta igienica sono troppo corti».
I funzionari cinesi da alcuni anni sono impegnati a frenare l’uso eccessivo di carta igienica in strutture pubbliche, in luoghi come Qingdao, una città costiera, e Shanghai. La maggior parte dei bagni pubblici in Cina non fornisce carta igienica, mentre altri forniscono un rotolo comune per i visitatori.
Radio Cina Internazionale ha detto che il Parco del Tempio del Cielo negli ultimi dieci anni ha fornito la carta igienica nei suoi bagni pubblici, ha notato che le forniture andavano rapidamente esaurite: un dirigente del parco ha detto che approfittando della fornitura gratuita giornaliera, la maggior parte dei ladri sono residenti locali, piuttosto che i turisti.
Lei Zhenshan, direttore marketing di Shoulian Zhineng, la società di Tianjin che ha progettato il dispositivo, in un’intervista ha detto: «Abbiamo testato alcune opzioni: impronte digitali, il riconoscimento a infrarossi e facciale. Abbiamo scelto il riconoscimento facciale, perché è il modo più igienico».
Sui social media, alcuni utenti hanno denunciato l’esperimento come uno spreco di denaro. Altri hanno detto che un dispositivo ad alta tecnologia per erogare carta igienica non si addice alla maestà del Tempio del Cielo, inserito nella Lista del Patrimonio Culturale Mondiale (Unesco), un altare dove generazioni d’imperatori sono venute per eseguire riti sacrificali.