Ricercatori olandesi hanno creato un dispositivo per il tatuaggio senza ago

Il tatuaggio nonostante i progressi tecnologici in tutto il mondo è rimasto in gran parte invariato: nel procedimento è utilizzato un ago per forare la pelle e iniettare inchiostro per creare il disegno con il colore desiderato. I ricercatori olandesi ora hanno sviluppato una macchinetta per tatuaggi che non richiede l’utilizzo di aghi. Il tatuaggio è ecologico, non dannoso, produce meno sprechi rispetto ai metodi tradizionali.

Tatuaggi futuristici
Il desiderio dell’umanità per i tatuaggi risale a molto tempo fa, per esempio, Ötzi, l’uomo venuto dal ghiaccio, è una delle mummie più antiche al mondo, si stima che abbia oltre 5.000 anni, è stato trovato con decine di semplici tatuaggi sul suo corpo. La statistica riporta che più di un terzo della popolazione mondiale (38%) ha almeno un tatuaggio, i 3/4 ne hanno più di uno. Il tatuaggio tuttavia non è ancora sufficientemente regolamentato. L’inchiostro può produrre reazioni pericolose, molti saloni non garantiscono un’igiene adeguata, gli aghi danneggiano la pelle, potenzialmente producono dolore e lesioni localizzate.
L’interesse degli scienziati per i tatuaggi segue una strada diversa: in un futuro non troppo lontano, potrebbero essere utilizzati per scopi medici. I ricercatori dell’Università di Twente per il tatuaggio hanno sviluppato una tecnologia di iniezione a microgetto, non utilizza gli aghi ma un getto di liquido ultraveloce, dello spessore di un capello umano, è utilizzato per penetrare nella pelle.
David Fernández Rivas e i suoi colleghi Loreto Oyarte Gálvez e Maria Brió Péreze, utilizzando immagini ad alta velocità hanno dimostrato il loro metodo confrontandolo con la classica tecnologia degli aghi. La ricerca è stata pubblicata nella rivista Journal of Applied Physics.
David Fernández Rivas nella breve intervista (vedi video) ha detto:
«Il getto è in grado di attraversare la pelle umana senza produrre dolore, l’effetto percepito è quello inferiore alla puntura di una zanzara».
La nuova tecnica per i tatuaggi senza aghi utilizza un laser per riscaldare rapidamente un fluido all’interno di un microcanale su un chip di vetro, questo fluido è riscaldato al di sopra del suo punto di ebollizione, ciò provoca la formazione e la crescita di una bolla di vapore, che spinge il liquido fuori alla velocità di 100 metri il secondo (360 km / h).

Indolore ed ecologico
I ricercatori hanno lavorato con una serie di inchiostri disponibili in commercio, scoprendo che il loro metodo riduce al minimo i danni alla pelle. Il dispositivo non solo è relativamente indolore, rispetto agli aghi convenzionali utilizza meno energia, produce meno rifiuti in quanto non vi è alcuna perdita di liquidi. Il dispositivo è sicuro, è stato eliminato anche il rischio di aghi contaminati.
Il dispositivo è ancora nella fase di migliorie, i ricercatori hanno detto che il volume del getto erogato deve essere aumentato; la tecnologia può fornire solo un singolo colore, tuttavia, i risultati sono abbastanza promettenti. I ricercatori in un tempo ragionevoli sono sicuri di poter produrre senza aghi una macchinetta per tatuaggi affidabile e utile. Oltre agli scopi estetici, vogliono utilizzare i tatuaggi anche per applicazioni mediche. L’inchiostro potrebbe servire come una sorta di sensore, rispondendo a sostanze o stimoli, indicando pericoli per la salute.
I ricercatori in uno studio separato hanno suggerito che i tatuaggi potrebbero essere utilizzati anche per le vaccinazioni.

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →