Ragazzina irachena stuprata – Soldati americani hanno confessato di averla uccisa e sterminato la sua famiglia

Svolta nel processo relativo allo stupro di una ragazzina irachena di 14 anni da parte di alcuni militari americani. Uno degli imputati, il soldato James Barker, ha infatti confessato il suo crimine. I fatti risalgono allo scorso marzo e si sono svolti nella cittadina di Mahmoudiya. Quattro marine hanno violentato una giovanissima irachena e l’avrebbero poi ammazzata insieme alla sua famiglia (padre, madre e il fratellino di sei anni) per paura di essere denunciati.  
Ma l’efferato crimine è venuto ugualmente a galla grazie alle molteplici denunce della cittadinanza e, soprattutto, grazie alla testimonianza di un quinto militare che si trovava in loro compagnia e che ha poi raccontato tutto agli inquirenti.
Inizialmente i giovani avevano negato tutto, ma ieri uno di loro ha finalmente ammesso le proprie responsabilità. I soldati coinvolti rischiano la pena di morte.
Fonte: Centomovimenti

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

4 thoughts on “Ragazzina irachena stuprata – Soldati americani hanno confessato di averla uccisa e sterminato la sua famiglia

  1. questi soldati americani si sono comportati come i nazisti, commettendo un crimine contro l’umanità

  2. un giorno mi sbatterò e farò una lista di tutte le ragazze stuprate in tutte le zone del mondo dai soldati americani dal dopoguerra in poi. Ovviamente non ce la farò mai. Magari mi fermerò a mille, ma non so se in questo modo arriverò al 1950

Lascia un commento