Ragazza utilizza una patata come contraccettivo, in clinica i medici sorpresi nel vedere le radici uscire dalle sue parti intime …

La notizia è stata pubblicata dal Colombia Reports, il più grande e rispettato sito web di notizie in inglese del paese. L’incidente si è verificato nella città di Honda in Colombia. Il nome della ragazza non è stato reso pubblico. La sua identità è probabile che rimarrà per sempre un mistero.

Caso medico tra i più bizzarri
Il caso medico è tra i più bizzarri di sempre, la ragazza ventiduenne a quanto pare, ha deciso di andare dal medico dopo che ha iniziato ad accusare forti dolori addominali. In una clinica locale è stata esaminata dall’infermiera Carolina Rojas, molto sorpresa di scoprire che dalle parti intime della ragazza spuntassero alcune radici.
La ragazza molto imbarazzata ha ammesso che aveva una patata dentro il suo corpo. Ha spiegato che l’aveva inserita nella sua vagina nella speranza di impedire una gravidanza indesiderata. L’idea stravagante non era la sua ma un suggerimento ricevuto dalla madre:
«Mi ha detto che per evitare di rimanere incinta, dovevo mettere una patata nella mia vagina, io le ho creduto».
I medici incaricati di gestire il suo caso hanno detto:
«A parte il fatto che lei volentieri ha inserito la patata nel suo corpo, l’ha lasciata lì per circa due settimane. Purtroppo la patata ha germinato e ha iniziato a crescere le radici. La buona notizia è che siamo riusciti a rimuovere la patata, senza dover operare la ragazza, non ha sofferto di lesioni o gravi danni ai suoi organi riproduttivi. E’ previsto un suo rapido e pieno recupero».

Ciò che è accaduto non è cosa da ridere
La storia dai connotati divertenti in verità non è da ridere, quello che è accaduto a questa ragazza dimostra che, purtroppo, ci sono ancora persone in questo mondo che sono assolutamente all’oscuro sulla corretta contraccezione e sul modo migliore per gestire in sicurezza un rapp0rto sessuale.
Le gravidanze indesiderate e le malattie sessualmente trasmissibili sono fenomeni comuni in molte parti del mondo, in Colombia una recente campagna dall’organizzazione Bienestar Familiar, l’istituto del benessere familiare, volto a ridurre gli elevati livelli di gravidanze tra gli adolescenti in Colombia ha rilevato che spesso il rifiuto dei giovani dei metodi anticoncezionali convenzionali accoppiato con una società patriarcale ha portare le ragazze a fare sesso non sicuro.
Il Colombia Reports ha riportato quanto dichiarato dalla sociologa Maria Eugenia Rosselli, Ministero della Pubblica Istruzione:
«La mancanza di dialogo sul sesso tra i giovani e i loro genitori ha creato un vuoto d’informazione, ciò ha determinato alti livelli di gravidanze indesiderate e malattie sessualmente trasmesse».
Intendiamoci, non c’è bisogno di essere scienziati o dipendenti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per capire quale sia il modo migliore per affrontare questo tipo problema. In poche parole è solo questione d’istruzione.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →