Ragazza di 14 anni abusata ripetutamente dal padre, lo incastra filmandolo segretamente con la webcam

Un uomo francese accusato di aver aggredito sessualmente per un periodo di molti mesi la propria figlia, è stato arrestato nel sud della città francese di Florensac dopo che la ragazza ha avuto la presenza di spirito di utilizzare una webcam per filmare segretamente la violenza sessuale.
La ragazza di quattordici anni, ha utilizzato la webcam sul suo computer per filmare uno dei tanti abusi nella città di Florensac che si trova nel dipartimento meridionale di Hérault. Il filmato è stato acquisito agli atti come prova fondamentale nel caso di violenza sessuale.
Il quotidiano online Midi Libre riporta che all’inizio di settembre 2013 i dettagli degli abusi sono stati rivelati attraverso il consulente scolastico della ragazza. La polizia ha avuto prove sufficienti per arrestare il padre della ragazza solo dopo che l’abuso è stato registrato dalla webcam. L’imputato è stato interrogato e posto in stato di detenzione in carcere a Béziers.
Mathieu Montfort, avvocato del padre della ragazza ha detto:
«Il mio cliente riconosce i fatti. C’è stato un periodo in cui era disoccupato e nel bel mezzo di un divorzio. Egli insiste sul fatto che questi atti risalgono a non più di tre o quattro mesi, sua figlia dice che riguardano un periodo più esteso. Tutti dovrebbero essere molto attenti a quello che dicono».
La giovane ragazza per la propria protezione nel frattempo è stata portata in un rifugio per donne. Il rappresentante del Dipartimento del pubblico ministero ha detto:
«La giovane vittima è già stata portata in un rifugio, dobbiamo evitare potenziali pressioni della famiglia su questa bambina che è stata abusata e filmata.
Temiamo la violenza del padre, nonostante la prova del video sta cercando di sminuire i fatti, ha spiegato che non ha avuto alcun piacere di abusare sua figlia, l’ha fatto solo per prenderla in giro».
Gli investigatori hanno avuto bisogno di chiarire se la madre della ragazza, che ha asserito di aver subìto abusi da parte di suo marito, era consapevole della violenza sessuale sulla figlia.
La Francia nelle ultime settimane è stata perseguitata dallo spettro delle violenze sessuali all’interno dei nuclei familiari. Recentemente nel mese di settembre la venticinquenne Sabrina Bonner è stata condannata a una pena detentiva di venti anni, per aver tenuto fermo il suo bambino di 4 anni, mentre il patrigno lo violentava nel parlatorio del carcere francese dove l’uomo, Lionel Barthelemy, 31 anni, è detenuto da 4 anni.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento