Quello che dovreste sapere per fare sesso durante la gravidanza

Molte donne (e i loro partner) hanno preoccupazioni sul sesso durante la gravidanza. Ad esempio, la ricerca in un sondaggio ha rilevato che il 25 – 50% delle donne in gravidanza e il 25% dei loro partner maschili hanno preoccupazioni su potenziali danni o “traumi” al bambino durante i rapporti sessuali [1]. Un’altra preoccupazione comune è se c’è un certo punto durante una gravidanza in cui l’attività sessuale dovrebbe cessare. Spesso queste preoccupazioni portano molte donne in gravidanza a fare meno sesso di quanto vorrebbero, o fare sesso che è meno soddisfacente del solito perché sono distratti o ansiosi. La ricerca che cosa ha da dire per quanto riguarda queste preoccupazioni?
Il dott. Dr. Justin J. Lehmiller scrive:
«In primo luogo, è infondato il timore di danneggiare il bambino, non è niente più che una leggenda metropolitana quella che il feto sarà colpito nell’occhio o sarà traumatizzato in qualche modo se i genitori hanno rapporti vaginali. In realtà, non esistono studi scientifici che hanno riportato un’associazione tra la frequenza di attività sessuale / orgasmo e nascita prematura o altre complicazioni. Finché entrambi i partner sono in buona salute e la gravidanza non è a rischio, di solito per le coppie è sicuro di fare sesso.
In secondo luogo, non è necessariamente il caso che il sesso dovrebbe essere limitato solo ad alcune fasi di una gravidanza. Una revisione di 59 studi riguardanti i modelli di attività sessuale della coppia durante la gravidanza ha rivelato che i livelli di attività sessuale sono in genere invariati durante il primo trimestre, diventano molto variabili durante il secondo, sostanzialmente cadono nel corso del terzo trimestre [1]. La maggior parte delle coppie ha rapporti sessuali fino a circa il settimo mese, un terzo fa sesso fino al nono mese, solo il 10% delle donne si astiene del tutto dai rapporti sessuali dopo aver appreso che sono in gravidanza.
Ha un senso col passare del tempo diminuire l’attività sessuale, visto che le donne in genere riferiscono che il sesso diventa sempre meno piacevole mentre la gravidanza va avanti? La ricerca ad esempio, indica che il 75-84% delle donne dichiara di apprezzare il rapporto sessuale durante il secondo trimestre; tuttavia, questo numero scende al 40-41% del terzo trimestre [1]. Il calo della soddisfazione può derivare da diversi fattori, tra cui il dolore durante il rapporto sessuale, difficoltà a trovare una posizione comoda, e percepiti cambiamenti di avvenenza.
La raccomandazione più comune al fine di aumentare il piacere sessuale durante la gravidanza, è quella di provare diverse posizioni sessuali. Molte pensano che la posizione della donna sopra, e lato a lato (l’uomo si trova su un fianco di fronte alla donna, anche lei su un fianco), siano le più comode durante la gravidanza. Tuttavia, alcune donne incinte preferiscono attività differenti dal rapporto vaginale (ad esempio, la stimolazione del clitoride, del seno, del capezzolo, il sesso orale, ecc.).
In conclusione, le coppie sembrano essere più preoccupate per il sesso durante la gravidanza rispetto a quanto garantito, anche in questo caso, fare sesso durante la gravidanza è generalmente sicuro fintanto che i partner sono in buona salute e la gravidanza non è a rischio».

[1] vod Sydow, K. (1999). Sessualità durante la gravidanza e dopo il parto. Un’analisi di 59 studi di modelli –  Journal of Psychosomatic Research, 47,  27-49.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →