Può una società senza Dio essere una buona società?

Can a Godless Society be a “Good” Society?


Society without GodSociologist Phil Zuckerman spent a year in Denmark and Sweden, the least religious countries in the world and perhaps even in history, and interviewed people about their religious beliefs (technically, the absence of such beliefs). He published his findings last year (Oct 2008) in his book Society without God: What the Least Religious Nations Can Tell Us About Contentment. Full text

_________________
Italian version
Può una società senza Dio essere una buona società? (Ogni riferimento all'Italia di Berlusconi è puramente allusivo)

 

Il sociologo Phil Zuckerman ha trascorso un anno in Danimarca e Svezia, i paesi meno religiosi al mondo e forse anche nella storia (Svedesi, si fidano più dell'Ikea che della Chiesa).
Ha intervistato le persone sulle loro credenze religiose (tecnicamente, sull'assenza di tali credenze).
Lo scorso anno (ottobre 2008), ha pubblicato i risultati nel suo libro Società senza Dio: ciò che le nazioni meno religiose possono dirci sull'appagamento.
Ecco alcuni punti estrapolati dal libro.

 
Prefazione di Zuckerman
"Prima di tutto, io sostengo che la società senza Dio non è solo possibile, ma può essere abbastanza civile e piacevole. Quest'aspetto certamente polemico del mio libro si rivolge principalmente a contraddire le pretese di alcuni cristiani conservatori, regolarmente sostengono che una società senza Dio sarebbe l'inferno sulla terra: violenta, immorale, malvagia, brullicante di depravazione. Beh, non lo è. Danimarca e Svezia sono molto forti, sicure, società sane, morali, e prospere … "
L'autore pone attenzione a non esaltare l'assenza di fede religiosa,come preferibile per una società, pur sostenendo con forza che quando la convinzione religiosa (o di un dogma) è assente, la società può procedere senza grossi problemi.

 
Alcune annotazioni
p. 6 – "… in Danimarca e Svezia i tassi complessivi di criminalità violenta – come l'omicidio, l'aggressione aggravata e lo stupro – sono tra i più bassi al mondo. Eppure la maggior parte dei danesi e svedesi anche se non crede che Dio è "in cielo", mantiene un comportamento diligente …
In realtà,la maggior parte dei danesi e svedesi non crede nemmeno alla nozione stessa di "peccato". In Danimarca e Svezia, quasi nessuno ritiene che la Bibbia sia di origine divina. In queste nazioni nordiche il tasso di frequenza settimanale in chiesa è il più basso della terra … "[…]
p. 10 – Quando dicono che sono "cristiani" è solo un riferimento ad un patrimonio culturale e della storia. Quando ho chiesto cosa significa essere cristiani, hanno detto:
"Il cristiano è gentile con gli altri, si prende cura dei poveri e dei malati ed è una persona buona e morale".
Nella loro dichiarazione di identità cristiana non hanno quasi mai menzionato Dio, Gesù, o la Bibbia.
A questi cristiani nordici quando ho chiesto specificamente se credono che Gesù è il Figlio di Dio, o il Messia, quasi sempre hanno detto di no – di solito senza esitazione.
E poi, se credono che Gesù è nato da una vergine o che è risorto dalla tomba, di solito rispondevano con una vera e propria risata perché consideravano tali domande piuttosto sciocche".
, , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento