Psicologia infantile: perché i bambini creano gli amici immaginari?

Gli amici invisibili per molti bambini forniscono un divertimento infinito,  i genitori spesso  sono affascinati e divertiti dalle creazioni fantasiose e colorate dei loro figli

amici immaginariQuali sono le differenze tra bambini con e senza amici immaginari?
Un errore comune è quello di pensare che i bambini creano amici immaginari perché sono timidi e per questo incapaci di  interagire con i bambini reali. Tuttavia, alcuni studi hanno dimostrato che i bambini con amici immaginari, di fatto, tendono ad essere meno timidi e hanno più amici veri rispetto ai bambini che non hanno amici immaginari.
Gli amici immaginari hanno maggiori probabilità di essere scelti per giocare quando gli amici veri non sono disponibili, l’esempio è quello di una bambina che aveva un vero amico chiamato Rachel e una versione immaginaria di questo bambino chiamato “finto Rachel”.
Avere un amico immaginario è spesso visto come un segno di creatività nei bambini. Ci sono studi che hanno dimostrato una maggiore creatività nei bambini con amici immaginari, anche se le differenze riscontrate non sono particolarmente evidenti. Occorre ricordare che avere un amico immaginario è solo uno dei tanti sbocchi creativi per i bambini,  quindi non tutti i bambini molto creativi s’impegnano unicamente in questo tipo di gioco.
 
 
Gli amici immaginari differenze tra bambini e bambine
Molti sostengono che le bambine più dei bambini hanno amici immaginari, ciò sembra dovuto al fatto che le bambine molto prima dei bambini creano i loro amici immaginari.
Le differenze esistono anche nel modo in cui le bambine e i bambini immaginano gli amici. Ad esempio, i bambini sono più propensi a fingere che essere il personaggio, piuttosto che trattare il personaggio come entità separata. Le bambine spesso creano figure che devono essere accudite, ciò influenza il tipo di compagno immaginario che è creato.
 
 
Perché i bambini creano  amici immaginari?
Ci sono molte ragioni per cui un bambino può creare amici immaginari, quello più evidente è per divertimento e compagnia.
I bambini figli unici  forse perché hanno un desiderio maggiore di compagnia a causa della mancanza di fratelli sono quelli che tendono ad impegnarsi di più nel gioco dell’amico immaginario.
Amici immaginari possono anche contribuire ad aiutare i bambini a superare le paure. In un caso, una bambina ha superato la sua paura degli animali con la creazione di un amico immaginario chiamato “Tigre sorridente”, era molto gentile e compiacente. Un altro bambino ha superato la paura dei fantasmi, quando ha cominciato a portarsi dietro una scatola contenente un “bambino fantasma”.
 
 
Dove finiscono gli amici immaginari?
Gli amici immaginari spesso contribuiscono in modo significativo a segnare l’infanzia, in particolare i giochi in età prescolare. Gli amici immaginari sono creati per diversi motivi, l’unica cosa che hanno in comune è la loro scomparsa definitiva. Raramente accade per un evento ben preciso, di solito gli amici immaginari svaniscono in modo semplice perché sono dimenticati; ma a volte riaffiorano nella vita adulta, ricordati in vividi dettagli e con grande affetto.
, , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento