Promettente tecnologia uccide i microbi con carta disinfettante (video)

Immaginate di indossare abiti con strati di carta che proteggono dai batteri pericolosi, è l’idea di un team della Rutgers Università di Stato del New Jersey, ha inventato dispositivi a base di carta, efficaci ed economici per uccidere i batteri e sanificare le superfici.
Aaron Mazzeo, assistente professore della Rutgers presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Ingegneria Aerospaziale, ha detto:
«La carta è un materiale antico, ma ha caratteristiche uniche per nuove applicazioni ad alto contenuto tecnologico. Abbiamo scoperto che applicando alta tensione ai fogli sovrapposti di carta metallizzata, è possibile generare plasma, che è una combinazione di calore, radiazione ultravioletta e ozono in grado di uccidere i microbi».
Il dettaglio dello studio dei ricercatori sulla loro invenzione è stato pubblicato online negli Atti della National Academy of Sciences, in sintesi è mostrato in un video su YouTube (vedi).

Lo studio evidenzia che in futuro tra gli altri usi, i disinfettanti a base di carta possono essere idenei per sterilizzare l’abbigliamento, creare dispositivi per igienizzare attrezzature di laboratorio e produrre bende per guarire le ferite. La motivazione di questo studio è stata quella di creare dispositivi di protezione individuale in grado di contenere la diffusione delle malattie infettive, come ad esempio nel 2014 con la devastante epidemia di Ebola in Africa occidentale.

Disinfettante prodotto con la carta
L’invenzione dei ricercatori è costituita da carta con sottili strati di alluminio, a trama esagonale sul modello del nido d’ape, servono come elettrodi per produrre il plasma o gas ionizzato. La natura fibrosa e porosa della carta permette di permeare il gas, alimentando il plasma e facilitando il raffreddamento.
Jingjin Xie, autore principale dello studio, dottorando presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Ingegneria Aerospaziale, ha detto:
«A nostra conoscenza, siamo i primi a utilizzare la carta come base per generare il plasma. I disinfettanti a base di carta negli esperimenti hanno ucciso più del 99% di Saccharomyces cerevisiae (appartenente al regno dei funghi, è una nota specie di lievito) e oltre il 99,9% dei batteri Escherichia Coli (abbreviato E. coli)».
La maggior parte dei batteri E. coli sono innocui, fanno parte di un tratto intestinale umano sano. Tuttavia, secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, alcuni tipi di E. coli possono causare diarrea, infezioni del tratto urinario, polmonite e altre malattie.
Qiang (Richard) Chen, coautore dello studio, dottorando presso il Dipartimento di Biologia Vegetale nella Scuola di Ambiente e Scienze Biologiche Rutgers, ha detto:
«I risultati preliminari hanno mostrato che i nostri disinfettanti possono uccidere le spore batteriche, forme cellulari specializzate per la sopravvivenza anche in condizioni ambientali avverse, difficili da eliminare con metodi di sterilizzazione convenzionali».