Produrrà il doppio dell’energia la nuova turbina eolica con due set di pale controrotanti

World Wide Wind, una società con sede in Norvegia, sta sviluppando un nuovo tipo di turbina eolica ad asse verticale galleggiante (VAWT), gli ingegneri ritengono che possa apportare un cambiamento significativo nel modo in cui viene sfruttata l’energia eolica.
VAWT è dotato di due set di pale controrotanti che possono produrre il doppio della potenza delle più grandi turbine. Ciò che rende VAWT un’opzione migliore rispetto alle tradizionali turbine eoliche offshore è che i suoi pesanti elementi sono tutti nella parte inferiore, mantenendolo in posizione verticale. Funziona come due VAWT in uno: quello inferiore ruota attorno allo stelo della torre, mentre l’altro è montato in alto. Ognuno può ruotare in direzioni opposte. Praticamente una delle turbine è collegata al rotore, mentre l’altra è collegata allo statore. Lo statore raddoppia la velocità di rotazione, consentendo di produrre più potenza.
VAWT impiegherà pale appositamente progettate, aiuteranno a ridurre la scia turbolenta a valle di ogni singola torre. Ciò consentirà agli operatori di installare più turbine in un’area specifica, generando così più energia.

Enorme capacità di 40 MW per unità
World Wide Wind sostiene che il suo sistema può consentire una capacità di 40 MW per unità, che è molto più ampia della più grande turbina eolica attualmente esistente al mondo. La turbina eolica più grande è quella di MingYang Smart Energy, con una capacità di 16 MW. World Wide Wind attualmente sta lavorando per incrementare lo sviluppo della VAWT attraverso la prototipazione rapida.
L’obiettivo è di rilasciare un modello da 3 MW entro il 2026 e un modello da 40 MW nel 2029. Tuttavia, non ci sono prove o ricerche di supporto rilasciate da World Wide Wind riguardo alla produzione e all’efficienza dell turbina eolica ad asse verticale galleggiante (VAWT). Ciò che sembra renderlo possibile sono le società coinvolte, in grado di trasformare i loro piani in realtà. World Wide Wind collabora con North Wind, Sinted, l’Università di Uppsala, Kjeller Vindteknik, Norwegian Energy Partners e il Norwegian Offshore Wind Cluster.
La domanda di molte persone sulla durata di queste turbine eoliche che hanno tutte le pale VAWT soggette a forti forze da ogni angolo mentre ruotano, al momento non ha ricevuto una chiara risposta, puramente è una questione di aspettare e vedere. Tuttavia, se il progetto dovesse avere successo, significherebbe grandi risultati per le nostre energie rinnovabili, alla fine potremmo dire addio alle centrali a carbone.

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →