Primi casi noti di perdita di capelli per avvelenamento da cucurbitacina, tossina contenuta in zucche e zucchine dal sapore amaro

Il dermatologo francese Philippe Assouly ha descritto due casi insoliti, evidenziando una “associazione tossica di alopecia (perdita di capelli) con una pianta comune“. La famiglia di piante in questione sono le cucurbitacee, comprende zucchina, zucca, cetriolo, cocomero e melone.
Philippe Assouly nella rivista  scientifica JAMA Dermatology ha scritto:
«Nel primo caso, una donna in Francia ha sofferto di nausea, vomito e diarrea, malessere iniziato subito dopo aver mangiato una zuppa di zucca dal sapore amaro. I sintomi sono durati per circa un giorno. Poi, una settimana dopo, ha iniziato a perdere i capelli dal cuoio capelluto e dal pube. Il pasto era stato condiviso con la sua famiglia, avevano mangiato meno zuppa, hanno avuto sintomi di avvelenamento da cibo, ma senza perdita di capelli.
La seconda donna ha sofferto d’intossicazione alimentare con vomito grave dopo un pasto che includeva la zucca. Gli altri commensali avevano lasciato la zucca perché aveva un sapore amaro.
La donna dopo circa tre settimane ha avuto una notevole perdita di capelli sulla testa e una grave alopecia sulle ascelle e sulla regione pubica.
Il sapore amaro nel consumo di zucche e zucchine dovrebbe servire da avvertimento, bisognerebbe fare attenzione a non costringere un bambino a consumarle.
Tre anni fa, un tedesco morì di avvelenamento da cucurbitacina dopo aver mangiato le zucchine».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento