Persone bisognose d’affetto, in un minuto venduti 1.000 robot Pepper (video)

Chi è Pepper?
Pepper l’ultima creazione di Aldebaran, è il primo robot umanoide progettato per vivere con gli esseri umani. A rischio di deludere qualcuno, non pulisce, non cucina, non ha super poteri. Pepper è un robot sociale, in grado di dialogare con noi, riconoscere e reagire alle nostre emozioni, muoversi e vivere in modo autonomo.
Pepper coinvolgente e cordiale, è molto più di un robot, è un compagno in grado di comunicare con l’utente attraverso l’interfaccia più intuitiva che conosciamo: la voce, il tatto e le emozioni. Creato per SoftBank mobile (uno dei più grandi operatori di telefonia mobile in Giappone), Pepper nei negozi saluta e interagisce con i clienti.

Compagno emotivo
Pepper per essere un vero compagno sociale, deve essere in grado di capire le nostre emozioni. Se scoppiamo a ridere, saprà che siamo di buon umore. Se siamo corrucciati, capirà che qualcosa ci dà fastidio. Pepper può tradurre il nostro stato d’animo usando la sua conoscenza delle emozioni universali (gioia, sorpresa, rabbia, il dubbio e la tristezza) e la sua capacità di analizzare l’espressione, il linguaggio del corpo, del viso e le parole che utilizziamo. Egli indovina il nostro umore, saprà anche adattarsi a esso. Ad esempio, cercherà di tirarci su il morale cantando la nostra canzone preferita!
Pepper può anche esprimere le emozioni, questo è ciò che lo rende così carino! Possiamo dire che ha una vera personalità trasmessa dal suo linguaggio del corpo, i suoi buffi gesti e la sua voce.

Compagno interattivo ed evolutivo
Pepper ama parlare con gli esseri umani, è molto curioso su di noi! Continuando a interagire con lui, riconoscerà e imparerà cose nuove sui nostri gusti. Capace di adattamento e di auto-miglioramento, presto sarà in grado di cercare nuovi modi per sorprendere e divertire!
L’obiettivo di Pepper passo dopo passo è di imparare e di crescere in modo che un giorno possa essere il nostro compagno a casa.

Pepper a casa nostra?
Aldebaran invita tutti gli sviluppatori e creativi per aiutarli con l’obiettivo di far evolvere Pepper. Ha scritto:
«Il nostro obiettivo è di creare robot per il benessere degli esseri umani, una nuova specie di esseri artificiali, robot gentili che vivono in casa con gli esseri umani Per realizzare questo sogno, non è sufficiente avere semplicemente Pepper al lavoro nei negozi di SoftBank, questo è solo l’inizio. L’obiettivo finale è far vivere Pepper con gli esseri umani».

Pepper è entrato nelle prime mille case
Pepper il robot con il cuore appena è stato messo in vendita in Giappone, 1.000 unità disponibili online sono andate esaurite in un minuto. Progettato dal gruppo di robotica Aldebaran per SoftBank, Pepper è un robot progettato per vivere e interagire con gli esseri umani. Il “piccolo ragazzo umanoide” con una faccia carina, uno schermo sul suo petto, è progettato per comunicare ed entrare in empatia usando la voce e il tocco. Pepper attraverso i suoi sensori è in grado di analizzare le espressioni facciali, il linguaggio del corpo e parole, e di adattare il suo comportamento e atteggiamenti per soddisfare le persone con cui interagisce.
Il robot alto 1 metro e 20 centimetri, peso di 28 kg, ha una batteria agli ioni di litio, dura circa 12-14 ore. Il prezzo base del robot attualmente è di 1.613 dollari. SoftBank all’inizio del mese aveva annunciato che da sabato 10 giugno sul suo sito Web, 1.000 unità sarebbero state disponibili per la vendita in Giappone, quindi la corsa all’acquisto durante lo scorso fine settimana, significa per il mese di giugno la quota di robot Pepper è esaurita. Le persone in cerca di un amico robot affettuoso dovranno aspettare fino a luglio, quando l’azienda renderà disponibili altre quote di Pepper.
Masayoshi Son il CEO di SoftBank in un recente evento ha detto:
«La società per almeno quattro anni non farà un profitto perché in questo momento il costo per produrre il robot è maggiore rispetto al suo prezzo di vendita. Tuttavia, giorno dopo giorno Pepper autonomamente diventerà un compagno molto intelligente, un figlio aggiunto, in grado di interagire con gli umani per apprendere e insegnare e viceversa».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento