Perché una forte stretta di mano è una buona notizia per il cuore?

The Lancet considerata tra le prime cinque riviste mediche internazionali, ha riferito che il test di resistenza della mano delle persone potrebbe essere un modo semplice ed economico per lo screening di rischio infarto o ictus. I ricercatori canadesi hanno guidato uno studio su larga scala per rendere evidente che una ferma presa di mano è un indicatore abbastanza affidabile di buona salute.
Il loro studio in diciassette paesi ha valutato circa 140.000 pazienti di età compresa tra i trentacinque e settanta anni, la cui salute è stata monitorata nel corso di quattro controlli anni. I pazienti sono stati testati con il dinamometro Jamar, un dispositivo che misura la forza muscolare, nel corso di quattro anni di studio, ogni 5 kg di calo di aderenza della forza è stato collegato a un aumento del 16% del rischio di morte per qualsiasi causa. Il calo è stato anche associato a un aumento del rischio del 7% di un attacco di cuore, e un aumento del rischio del 9% d’ictus.
La ricerca ha evidenziato che la presa della mano è una specialista di previsione della morte precoce più attendibile della pressione sistolica. I risultati sono stati simili quando sono stati presi in considerazione fattori che incidono sulla salute quali l’età, il tabacco, l’alcol, livello d’istruzione e lo status occupazionale. Non c’era nessun legame, però, tra la forza di presa e il diabete, malattie respiratorie, i traumi da caduta o fratture.
Darryl Leong, assistente professore di medicina presso la McMaster University di Hamilton, Ontario, che ha condotto l’indagine, ha detto:
«La forza della presa potrebbe essere un test semplice ed economico per valutare il rischio individuale di morte e malattie cardiovascolari. I medici o altri operatori sanitari in grado di misurare la forza di presa possono identificare i pazienti con gravi malattie come l’insufficienza cardiaca a rischio particolarmente elevato di morte».
E’ necessario ulteriore lavoro di ricerca per calibrare la presa della mano, capire come la forza può dipendere dalle singole persone, peso ed etnia. La ricerca dovrà studiare il motivo per cui la forza muscolare sembra essere una spia di salute e se il rischio di malattie cardiovascolari e di morte potrebbe essere ridotto mediante il miglioramento del tono muscolare.

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →