Perché la sigaretta è più micidiale e coinvolgente di quanto non fosse 50 anni fa? Colpa dell’ammoniaca nel tabacco? (video)

Le sigarette sono più pericolose che mai a causa di una vasta gamma di tattiche adottate dalle imprese produttrici di tabacco nel corso degli ultimi cinquanta anni.
The Campaign for Tobacco-Free Kids (organizzazione no-profit è una forza trainante nella lotta per ridurre l’uso del tabacco e il suo pedaggio mortale negli Stati Uniti e in tutto il mondo) ha prodotto un’infografica rivelatrice che stabilisce esattamente come le sigarette sono cambiate negli ultimi cinque decenni.
I medici dell’organizzazione hanno detto che le sigarette oggi rappresentano un rischio maggiore di malattia rispetto a quelle vendute nel 1964, quando il primo avvertimento sui pericoli per la salute era stato lanciato dal Surgeon General degli Stati Uniti.
La ricerca di The Campaign for Tobacco-Free Kids si basa su una revisione di studi scientifici e documenti dell’industria del tabacco, così come il rapporto del Surgeon General. La relazione pubblicata con il titolo “Designed for Addiction” (Progettato per tossicodipendenza), riporta:
«Si è riscontrato che più che nel 1964 i tabagisti di oggi nonostante fumino meno sigarette, hanno un rischio più elevato di cancro al polmone e broncopneumopatia cronica ostruttiva. Ciò è dovuto alle modifiche nella progettazione e composizione delle sigarette. I produttori di tabacco negli ultimi cinquanta anni, hanno progettato e commercializzato prodotti sempre più sofisticati, efficaci nel creare e sostenere dipendenza da nicotina, più attraenti e più dannosi per i nuovi giovani fumatori.
Hanno preso un prodotto mortale e coinvolgente e ne hanno fatto uno peggiore, esponendo i fumatori a maggior rischio di dipendenza (aumentata con più livelli di nicotina), malattia e morte».

Video scioccante, danni provocati al polmone dal fumo di 60 sigarette

Tabacco trattato con ammoniaca, zuccheri, acido
La relazione di The Campaign for Tobacco-Free Kids, nella parte conclusiva evidenzia:
«I produttori aggiungono ammoniaca per aumentare al cervello la velocità e l’efficienza dell’assorbimento di nicotina. Un’altra tattica è di aggiungere zuccheri per rendere più facile l’inalazione del fumo e aumentare gli effetti di dipendenza di nicotina.
Le sigarette oggi forniscono rapidamente più nicotina ai polmoni al cuore e al cervello. I produttori di tabacco alterando il gusto e l’odore di sigarette, hanno reso più facile per le persone a iniziare e continuare a fumare. Hanno anche reso il fumo di tabacco meno duro con l’aggiunta di acido levulinico per rendere il fumo più morbido e meno irritante.
E’ evidente che i prodotti del tabacco, in particolare le sigarette, sono molto ingegnerizzati per ampliare l’attrazione e facilitare il consumo e dipendenza da nicotina, una droga molto coinvolgente.
Le compagnie del tabacco sanno che quasi tutti i nuovi fumatori iniziano la loro dipendenza come figli e che per i nuovi fumatori il fumo è sgradevole, per questo curano la progettazione del prodotto per mantenere questo importante mercato. Le aziende per raggiungere questi obiettivi hanno speso ingenti somme per la ricerca del design dei loro prodotti, anche se l’impatto di questi cambiamenti rende il tabacco più pericoloso».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →