Perché questo posto di lavoro da sogno per gli amanti della bici dovrebbe essere la norma, e non l’eccezione?

E’ facile capire perché il 60 per cento dei dipendenti di SRAM a Chicago va al lavoro in bicicletta (la SRAM è un’azienda statunitense con sede a Chicago, produce componenti per le biciclette, in particolar modo per la mountain bike, settore nel quale si è affermata come maggior concorrente della giapponese Shimano).
La sede della SRAM è particolarmente vicina alle esigenze dei pendolari in bicicletta, offre 400 posti per parcheggiare le biciclette di 150 dipendenti, un luogo per lavarle e ripararle e spogliatoi e locale doccia per i ciclisti sudati.
David Zimberoff, vice presidente del marketing della società, ha detto:
«Stiamo rimuovendo tutte le barriere perché qualcuno potrebbe dire di avere difficoltà a utilizzare la bicicletta. Meno del 10 per cento di dipendenti vanno al lavoro senza affittare un parcheggio per la macchina all’interno del garage sotterraneo. La cultura in azienda sta cercando di cambiare la tradizionale esperienza del pendolarismo americano, mentre il numero di pendolari che viaggiano in bicicletta è raddoppiato negli ultimi dieci anni, è ancora solo lo 0,6 per cento quello che riguarda i lavoratori americani.
La SRAM si propone come un esempio di ciò che altri luoghi di lavoro dovrebbero fare, gli esperti di ciclismo e di trasporto sono d’accordo, dicendo che le aziende nonostante i benefici in genere non stanno facendo abbastanza per aiutare i pendolari in bicicletta».
Greg Billing, presidente di Washington Area Bicyclist Association, ha detto:
«I buoni esempi sono l’eccezione, non la norma, il nostro lavoro sarà completato quando sarà irrilevante gestire la bicicletta quando si arriva in ufficio.
Il pendolarismo in bicicletta garantisce uno stile di vita attivo, porta benefici per la salute, i datori di lavoro, che contribuiscono a coprire i costi di assistenza sanitaria hanno enormi vantaggi, uno studio olandese ha rilevato che i ciclisti erano meno propensi a non andare in ufficio perché malati, rispetto ai non ciclisti.
L’importanza di una serie di modalità di trasporto, inclusa la bicicletta, è stata sottolineata questa settimana a Washington, quando il sistema di trasporto metropolitano è stato chiuso per 24 ore, costringendo molti pendolari a trovare modi alternativi per recarsi al lavoro. E’ importante avere un sistema di trasporto completo, quando abbiamo le opzioni, siamo una città più forte».
Adam Rubinfield specialista ambientale ha citato la Banca Mondiale a Washington per essere vicina ai pendolari in bicicletta. Molti dipendenti provengono dall’Europa, dove il pendolarismo in bicicletta a differenza degli Stati Uniti è più diffuso. La loro presenza ha contribuito a costruire una base di luoghi adatti alle biciclette.
La Banca Mondiale ha spogliatoi e 500 parcheggi al coperto per i ciclisti, negli ultimi anni sono cresciuti per un maggior numero di pendolari che inforcano la bicicletta. Ora la Banca Mondiale sta esaminando la possibilità di preservare i suoi dipendenti pendolari spingendo per più strade adatte alla bicicletta.
Le biciclette per i datori di lavoro a un costo molto inferiore rispetto alle auto, possono essere parcheggiate in un luogo di lavoro. I pendolari quando scelgono di muoversi in bicicletta contribuiscono a generare meno inquinamento rispetto a trasferimenti in auto, autobus e treno.
La ricerca ha dimostrato che il potenziale creativo è più alto dopo l’esercizio fisico, il che significa che i dipendenti che arrivano in bicicletta sono predisposti a svolgere meglio il lavoro rispetto ad altri dipendenti. I datori di lavoro vedrebbero enormi vantaggi nell’adattare i posti di lavoro.
Kevin J. Krizek, professore dell’Università del Colorado ha studiato la traspirazione efficiente e sostenibile ha detto:
«Vedo un enorme margine di possibilità in America per migliorare i luoghi di lavoro per dare il benvenuto ai ciclisti. In primo luogo, dovrebbero abbracciare la flessibilità dell’abbigliamento, consentendo ai dipendenti di indossare indumenti comodi per andare in bicicletta. Come americani abbiamo difficoltà a lavorare sudati dopo essere arrivati in bicicletta, le nostre norme culturali sono diverse da paesi del pendolarismo in bicicletta come la Danimarca e i Paesi Bassi. I datori di lavoro se vogliono aumentare la loro accessibilità a una maggiore forza lavoro qualificata, devono offrire la possibilità di un trasporto più bilanciato».
Greg Billing presidente di Washington Area Bicyclist Association, ha aggiunto:
«Le aziende dovrebbero predisporre spogliatoi e docce per i pendolari. Offrire un parcheggio per biciclette coperto e sicuro in una posizione comoda, non nascosto in fondo a un garage a più piani con segnaletica per indicare chiaramente ai visitatori dove è disponibile un parcheggio per le biciclette».
Tim Blumenthal, presidente di People for Bikes, sostiene che i posti di lavoro urbani per i limiti delle infrastrutture della città non hanno altra scelta per soddisfare le esigenze dei ciclisti. Ogni anno 2,5 milioni di americani vuole andare a vivere in città con l’effetto di affollarle e congestionarle. Non abbiamo molto più spazio o denaro per costruire la nostra via d’uscita con nuove autostrade. Stiamo pensando a scelte finalizzate al trasporto».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento