Perchè i picchi non hanno l'emicrania? assegnati i premi Ig Nobel 2006

Uno scienziato che ha studiato l’anatomia del cranio dei picchi per scoprire perchè non soffrono d’emicrania dopo aver batuto nell’arco della giornata 12.000 volte la testa contro un tronco, è risultato il vincitore assoluto dell’IgNobel il premio alternativo che da 16 anni l’università di Harvard assegna alle ricerche «che non possono o non devono essere ripetute». 
Ivan Schwab (il vincitore), dell’università della California, ha ricevuto il meritato premio per lo studio pubblicato all’inizio di quest’anno nel giornale britannico di oftalmologia dove ha scritto che i picchi martellano la superfice dura di un albero fino a 20 volte al secondo, 1.200 volte l’ora, aggrappati ai tronchi, sospesi nell’aria, vincendo la forza di gravità, senza accusare vertigini e la minima sofferenza. Tutto questo senza avere il distacco delle retini e altri sintomi che in situazioni simili potrebbero manifestarsi quando un bambino viene agitato velocemente.
Il Dott Schwab subito dopo aver ricevuto il premio, si è posto una domanda per avere una risposta. Ai presenti presso l’università di Harvard a Boston in Massachusetts dove vengono consegnati gli IgNobel ha detto:
"Per gli esseri umani l’emicrania è un sintomo comune, ma cosa accadrebbe a ognuno di noi se si spendesse la nostra vita a dare testate a una parete"?
Altri premi significativi:
per la biologia è stato assegnato a un gruppo di ricercatori che hanno studiato il comportamento delle zanzare femmine e si sono accorti che vengono attratte indistintamente dall’odore del formaggio e dalla puzza dei piedi.
Il premio per la fisica è stato vinto da una squadra che ha studiato “la frammentazione" e ha scoperto che gli spaghetti asciutti, quando vengono piegati, si rompono solo in due parti.
Il premio della letteratura degli IgNobel è stato dato ad uno studio intitolato: “Conseguenze del vernacolare erudito, utilizzando indipendentemente dalla necessità, parole lunghe non necessarie e inutili".
Liberamente tradotto da The Independent

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

10 thoughts on “Perchè i picchi non hanno l'emicrania? assegnati i premi Ig Nobel 2006

  1. Al picchio non viene no il mal di testa anche battendo per 12000 volte,ma alle segretarie si, a forza di stare dietro a dei datori di lavoro chiamati caproni,vogliamo immagginarne uno,basta un nome:Silvio,ciao amicone mio e un felice giorno.

    🙂

    L’ESPLORATORE

  2. ” una squadra ha studiato “la frammentazione” e ha scoperto che gli spaghetti asciutti, quando vengono piegati, si rompono solo in due parti.”

    Si, come no, adesso vengano a raccogliere i pezzetti sparsi per la cucina….’sti bastardi!!!!

  3. a volte visto che il mal di testa mi perseguita mi piacerebbbe essere un picchio….Buon weekend amico mio

  4. Forse al picchio non viene l’emicrania perchè sfoga la sua aggressività battendo contro il tronco!!!

    Me lo date anche a me un premio IG nobel per questa ipotesi?????

    Saluti picchiatelli!!!

  5. Sono passato per augurati una felice notte,grande amico mio ciao.

    🙂

    L’ESPLORATORE

Lascia un commento