Per i consueti augur…

Per i consueti auguri di fine anno, il Premier Silvio’s si è recato in una piccola cittadina della Padania, a cui tiene particolarmente, perché rappresenta il “fior fiore” dei suoi elettori. Rivolto agli astanti, li ha rassicurati con un perentorio: “anche se siete analfabeti, non vi preoccupate, se occorre firmo io”.
Continuano le trattative per il contratto degli autoferrotranvieri. Forse si concluderà positivamente con l’aumento delle accise sulla benzina che coprirà i costi del contratto. Sulla scia degli autoferrotranvieri, si è inserito a sorpresa un “padroncino” d’eccezione. Ingranando la marcia del suo mezzo di trasporto, ha detto che anche lui appartiene alla “categoria” e pretende l’aumento del contratto. Da Maranello gli hanno risposto che avrà l’aumento solo se finirà di truccarsi e se si limiterà a bere un “quartino” invece del solito “cinquantino”
Di solito in questo periodo, è facile imbattersi in persone vestite da “Babbo Natale”. Così quando ho incrociato un tizio che indossava una tuta nera con una mascherina, incuriosito, gli ho chiesto perché era vestito in quel modo e non da “Babbo Natale”. “Che palle” mi ha risposto, mi sono vestito così per fare un dispetto a un mio vicino di casa che è un appassionato di fumetti, ma legge solo quelli di Tex Willer.
Quando è stato scoperto mentre era intento a compiere un furto al supermercato, per non farsi arrestare ha tentato di suicidarsi. Privo di documenti e privo di sensi, conseguenza del suo gesto, è stato portato nel piccolo ospedale cittadino. Il personale ospedaliero, non riuscendo a risalire all’identità dell’uomo, mi ha interpellato per un aiuto. Quando mi hanno spiegato che l’uomo arrestato dai carabinieri e portato all’ospedale per le cure del caso, si era dato una coltellata allo stomaco, ho detto che probabilmente quell’uomo non si era dato una coltellata allo stomaco, ma aveva fatto “karakiri” e si trattava di “Yogghj Metahio”, l’unico extracomunitario giapponese presente in quella piccola località.
Per terminare, una buona notizia. Michael Jackoson si è convertito all’Islam per sfuggire alla “pena”. Dov’è la bella notizia? La bella notizia è che finalmente, al prossimo “gesto inqualificabile e schifoso”, non gli taglieranno la mano, come usano fare nei paesi islamici, ma gli taglieranno il “pene” per accorciargli la “pena”.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

27 thoughts on “Per i consueti augur…

  1. E se si convertisse Silvio I all’Islam, che cosa gli dovremmo tagliare? ho capito, ci restrerebbero di lui solo i tacchi delle scarpe…besos, m.

  2. Silvios è già un uomo nero e non ha bisogno di travestirsi. Forse sarebbe meglio si mettesse un vestito rosso da babbo natale. sembrerebbe piu’umano. Un saluto e buona notte.

  3. Povero Jacko. Continuo a pensare che sia innocente e soprattutto incompreso. Come Edward mani di forbice, infantile e senza vera malizia.
    Sarà perchè lo ascolto da sempre, ma è come fosse un amico. Ciao da Ellie

  4. Ohhhhhhhhhhhhhh!!!!!!!!!!!!!! Hai messo l’alberello!!!
    Il giorno giusto è martedì prossimo, aspetto i tuoi auguri!!! 😉
    Un baciottone esagerato. Mama.

  5. 🙂 Grazie. E’ stata davvero una bella serata. Buon W/E a te. Dolittle PS. carino, l’alberello!!!

  6. x Ellie, povero Jacko un corno! e cosa devono dire quei bambini a cui ha fatto violenza? Jacko si salva dall’ergastolo perché ha i soldi per pagare la penale e uscire per tornare a colpire. Mi dispiace ma quando lo sento cantare cambio frequenza, ciao*

  7. Un bacio serale e valido anche per la domenica (credo proprio che domani avrò bisogno di taaanto riposo:)), m.

  8. ciao Patt…un abbraccio. spero per te un fine settimana senza ombre, manco quella di silvio’s. 😉

  9. E dopo il taglio, se non sanno dove metterlo, possono infilarglielo lì… al tizio del bianchetto..

  10. patt, sto male! In televisione ho visto faccia di tolla che arrrrrrripresentava AGRATIS un libro ad Elisir. C’ho la nausea e i crampi allo stomaco: altroché elisir. M’imbriaco col bicarbonato…scusami patt totò

  11. Ciao Pattinando… ti ringrazio… ma ho sempre pensato di non essere all’altezza, sono tutti molto bravi quelli che scrivono su battello… ci penserò! Mio figlio appena tredicenne mi chiese un giorno: voglio un cinquantino “steso”…! al che risposi che lo stendevo io! :-))))

  12. ciao carissimo…un saluto prima di cominciare una riunione col mio gruppo di lavoro, e anche un abbraccio perchè tu hai un dono grande: sai far sorridere e pensare, insieme. smack

Lascia un commento