Pattie Mallette, mamma di Justin Bieber, racconta perché ha scelto di non abortire (video)

Pattie Mallette è la mamma di Justin Bieber, ha una posizione netta sull’aborto: se da adolescente non si fosse convertita al cristianesimo prima di rimanere incinta, suo figlio non sarebbe mai nato.
Pattie Mallette, trentasette anni, sta per pubblicare un libro di memorie in uscita in contemporanea con il nuovo album del figlio. Si è ritagliato uno spazio per la crociata anti-aborto: è il nuovo volto pubblico di un progetto per la raccolta di dieci milioni di dollari, fondi da destinare ai centri anti-aborto per incoraggiare le donne ad andare avanti con la gravidanza.
Pattie Mallette è il produttore esecutivo di Crescendo, il cortometraggio con un forte messaggio a favore della vita, dal prossimo febbraio sarà proiettato nei centri di gravidanza negli Stati Uniti e in tutto il mondo.

Justin Bieber, a quanto si dice, non è contento con la madre, troppo implicata su una questione così polarizzante. Una fonte vicina alla pop star, intervistato dal Chicago Sun Times, ha detto:
«Justin è molto a disagio per le questioni politiche, in particolare sul tema dell’aborto che crea molte divisioni. E’ concentrato a intrattenere i suoi fan con la sua musica, non è interessato a spingere un programma politico. Inoltre, non credo che sia d’accordo con la sua mamma su questo tema».
Jill Stanek, un importante blogger americano pro-life, ha detto che è scettico su quanto riportato dal Chicago Sun Times, perché ritiene i sentimenti di Justin Bieber davvero in sintonia con l’attivismo di sua madre: il giovane in un’intervista del 2011 pubblicata da Rolling Stone, aveva detto: “Veramente non credo nell’abortoE’ come uccidere un bambino“.
Pattie Mallette, ha discusso apertamente l’aborto nel suo libro di memorie Nowhere but Up The story of Justin Bieber’s mom (Da nessuna parte ma su: La storia della mamma di Justin Bieber), pubblicato da una casa editrice cristiana.
Il debutto del cortometraggio di Pattie Mallette, previsto il 28 febbraio 2013, sembra segnare  l’inizio del suo impegno ufficiale per cercare di aiutare le ragazze madri: nel 2011 suo figlio ha donato i proventi di una delle sue canzoni per aiutare a salvare il Centro di Bethesda di Londra, dove lei è stata accolta mentre era incinta di Bieber.
Mallette sarà presente ad alcune delle proiezioni per raccontare la sua storia personale prima di trovare Dio, vita contrassegnata da abusi sessuali, abbandono e droga. In un comunicato ha detto:
«Con il cortometraggio Crescendo, spero di dare coraggio alle giovani donne di tutto il mondo, far sapere che in caso di gravidanza se non hanno nessuno cui rivolgersi, c’è un posto dove andare, ci sono persone che si prenderanno cura di loro e una casa sicura dove vivere».

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento