Ottenere il massimo dagli spinaci, massimizzando la luteina antiossidante

Mangia i tuoi spinaci sotto forma di frullato, questo è il modo migliore per ottenere la luteina antiossidante, secondo una ricerca dell’Università di Linköping, in Svezia. Livelli elevati di luteina si trovano nelle verdure di colore verde scuro, i ricercatori dell’università hanno confrontato diversi metodi per preparare gli spinaci freschi al fine di massimizzare i livelli di luteina nel cibo. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Food Chemistry.
Molte persone con aterosclerosi (restringimento delle arterie) hanno un’infiammazione cronica di basso grado che può essere misurata nel sangue, è legata a un aumentato rischio d’infarto miocardico. Il gruppo di ricerca dell’Università Linköping ha in precedenza studiato il ruolo della luteina antiossidante, è un pigmento liposolubile naturale presente nelle piante, in particolare nella verdura verde scura. Hanno dimostrato nel loro ultimo studio che la luteina può attenuare l’infiammazione nelle cellule immunitarie di pazienti con malattia coronarica e può essere immagazzinata nelle cellule immunitarie, il che significa che è possibile costruire una riserva di luteina all’interno del corpo. Ciò ha portato i ricercatori a chiedersi se è possibile influenzare il livello di luteina nel sangue aumentando l’assunzione di luteina nella dieta.
I ricercatori nel nuovo studio considerando che luteina proprio come molti altri nutrienti, è degradata dal calore, hanno evidenziato il metodo di preparazione migliore per ottenere più luteina. Hanno scelto di studiare lo spinacio, contiene livelli relativamente elevati di luteina e viene mangiato da molte persone.
Lena Jonasson gruppo di ricerca del dipartimento di scienze mediche e della salute, consulente in cardiologia, ha detto:
«Ciò che rende unico questo studio è che abbiamo usato metodi di preparazione che sono spesso utilizzati per cucinare il cibo a casa, abbiamo confrontato diverse temperature e tempi di riscaldamento, abbiamo anche studiato i metodi di preparazione in cui gli spinaci sono consumati freddi, come nelle insalate e negli smoothies (preparati con la frutta o la verdura e con l’aggiunta di acqua, poco latte oppure yogurt)».
I ricercatori per simulare metodi di preparazione che sono spesso usati nella vita di tutti i giorni, dopo aver acquistato gli spinaci al supermercato li hanno sottoposti alla frittura, al vapore o all’ebollizione per un massimo di 90 minuti, misurando il contenuto di luteina in momenti diversi: per esempio, gli spinaci cotti in una zuppa o in uno stufato, non sono riscaldati a una temperatura più alta o per tutto il tempo come accade con gli spinaci in una lasagna. E’ questo il motivo per cui i ricercatori hanno confrontato i diversi tempi di cottura.
Si è scoperto che il tempo di riscaldamento è importante quando gli spinaci sono bolliti più a lungo, in questo caso conservano meno leteina.
E’ importante anche il metodo di cottura, è emerso che la luteina è degradata dopo soli due minuti quando gli spinaci sono fritti ad alta temperatura.
Rosanna Chung, autrice principale del documento, in conclusione ha detto:
«Riscaldare le confezioni per il pranzo in un forno a microonde è una pratica molto comune nella vita moderna. Abbiamo scoperto che il riscaldamento del cibo in un forno a microonde ha in qualche misura compensato la perdita di luteina nel cibo cotto:gli spinaci rilasciano più luteina mentre la struttura della pianta è ulteriormente scomposta dal microonde.
La soluzione migliore per non degradare la luteina è non cuocere gli spinaci. E meglio fare un frullato e aggiungere grassi da prodotti lattiero-caseari, come panna, latte o yogurt. Gli spinaci quando sono triturati, rilasciano più luteina dalle foglie. Il grasso aumenta la solubilità della luteina nel succo».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →